Il mondo dei Pc si sta lentamente popolando di assistenti vocali, che permettono all’utente di organizzare al meglio la propria giornata lavorativa e di velocizzare compiti come le ricerche. Dopo Cortana per Windows e Siri di Apple per macOs Sierra (di prossima uscita), a breve potrebbe toccare anche ad Alexa di Amazon. Di notizie certe non ce ne sono, ma sembra che il colosso di Seattle sia in trattativa con Lenovo per portare l’assistente vocale anche nel mercato dei computer. L’indiscrezione è stata riportata inizialmente dalla testata Cnet, che cita un anonimo rappresentante del produttore cinese come fonte. Lo sbarco sui Pc rappresenterebbe una logica conseguenza della strategia messa in essere da Jeff Bezos, Ceo di Amazon, che vuole portare le potenzialità di Alexa ben oltre quelle del primo dispositivo in cui il software ha trovato casa.

Si parla degli “smart speaker” Amazon Echo, presentati nel 2014 ma lanciati ufficialmente l’anno seguente. Il device è in grado di ricevere ovviamente comandi vocali e può essere “risvegliato” proprio grazie alla parola Alexa. Il dispositivo è capace di riprodurre musica, creare to-do list, impostare allarmi, fornire informazioni meteorologiche o sul traffico e controllare eventualmente anche altri terminali connessi alla rete domestica.

Amazon starebbe cercando produttori di terze parti per garantire l’accesso ad Alexa Skills, che permette di integrare alcune funzionalità dell’assistente vocale all’interno di altri servizi. Non solo. Sul piatto ci sarebbero anche le Api di Alexa Voice Service, che consentirebbero agli Oem di installare il software nei propri device. Ma il dialogo con Lenovo (e forse con altre aziende) sarebbe appena iniziato.