Microsoft e Adobe estendono la loro collaborazione tramite Linkedin. Le due società hanno annunciato un’integrazione per sviluppare nuove soluzioni di marketing basate sulla condivisione dei dati. Nello specifico, le aziende metteranno a fattor comune le informazioni generate da Marketo, società di marketing automation acquisita l’anno scorso da Adobe, oltre che da Dynamics 365 for Sales e ovviamente il social network professionale di proprietà di Microsoft. “In questo modo gli operatori di marketing e i venditori B2B potranno identificare, capire e ingaggiare i propri clienti (soprattutto le funzioni acquisti, ndr) in modo più semplice”, hanno spiegato i due colossi statunitensi. L’azienda di Redmond prova così a far fruttare ulteriormente l’acquisizione di Linkedin, portata a termine nel 2016 per oltre 26 miliardi di dollari.

L’integrazione permetterà di lavorare a livello di account e di ruolo, andando così a monitorare gli insight elaborati dalle piattaforme su influenze e preferenze dei singoli. “I team di marketing e vendite aumenteranno il proprio allineamento sulle persone e gli account che stanno ingaggiando, ottenendo anche nuove modalità per misurare l’effettivo impatto di business”, ha spiegato Steve Lucas, senior vice president della divisione Digital Experience di Adobe.

La nuova collaborazione siglata dalle due società guarda direttamente a Salesforce. “Non c’è dubbio che sia Microsoft sia Adobe abbiano da guadagnare molto alleandosi”, ha commentato Melissa Webster di Idc. Insieme, le aziende possono offrire qualcosa di potenzialmente “più ampio” rispetto al solo portfolio di Salesforce.