Il Ministro della Salute tedesco Jens Spahn, secondo quanto riferito da Reuters, ha dichiarato domenica che l’app di tracciamento dei contatti verrà lanciata questa settimana. L'applicazione utilizza il Bluetooth a corto raggio per rilevare e contattare chi è a rischio di infezione da Covid-19, in quanto venuto a contatto con una persona positiva, e non si basa su un database centralizzato. Sono coinvolti Deutsche Telekom e la società di software Sap.

Il tracciamento dei contatti comporta l'intervista alle persone risultate positive per scoprirne gli spostamenti e con chi potrebbero essere state in contatto, con l'obiettivo di rallentare la diffusione del Covid-19. Mentre diversi altri paesi hanno già lanciato l’app di tracciamento dei contatti - in Italia da oggi è disponibile a livello nazionale l’applicazione Immuni - i progressi sono stati più lenti negli Stati Uniti, a causa di preoccupazioni per la privacy e l'accuratezza.

Da oggi la Germania si è detta è pronta a ridurre le restrizioni sugli spostamenti verso i paesi dell'Unione Europea e il Regno Unito, come affermato dal Ministro della Salute Jens Spahn. Secondo quanto riportato da Reuters, questi avrebbe invitato i compatrioti a essere prudenti e a viaggiare solo se davvero necessario, dichiarando nel contempo che il ministero offrirà consigli di viaggio specifici per singoli paesi e aree. La Germania ha avuto più di 186.000 casi da Covid-19 e oltre 8.700 decessi. “Grazie a test su larga scala, un solido sistema sanitario e misure di blocco introdotte a metà marzo”, afferma Spahn, “la Germania è riuscita a contenere il numero di morti per Covid-19 rispetto ad altri paesi, nonostante i positivi fossero numerosi”.