Con un 10% di distacco da iOS e un vantaggio nettissimo sull’outsider Windows Phone, Android continua la sua corsa senza timore di essere superato. I competitor, tuttavia, hanno cominciato ad accelerare il passo. Secondo i dati diffusi da Kantar Worldpanel ComTech e relativi al territorio statunitense, nel primo trimestre di quest’anno il market share del robottino verde sul totale degli smartphone circolanti si attestava al 51,7%, quello di iOS al 41,4% e quello della ben più giovane piattaforma di Microsoft al 5,6%.

Lumia 925, l'ultimo top di gamma di Nokia


Il ritmo della crescita di Android, tuttavia, è attualmente meno frenetico di quello dei concorrenti, dal momento che le vendite nel trimestre hanno segnato un +1,4% se paragonate ai livelli di un anno prima, a fronte del +2,3% di iOS e del +1,8% di Windows Phone. Di chi è il merito? In parte anche di operatori come Verizon e Sprint Nextel, che hanno incrementato le proprie vendite (rispettivamente, dell’1,8% e dell’1,4%) anche attraverso proposte di abbonamento con terminali iOS e Windows Phone.

“I leggeri incrementi di Verizon e Sprint”, spiega Mary-Ann Parlato, analista di Kantar Worldpanel”, sono dovuti a due player cruciali. Per Verizon, la quota di vendite Windows è passata dallo 0,2% del primo trimestre 2012 al 6,8% del primo trimestre di quest’anno. Sprint Nextel ha continuato ad allargare il proprio market share grazie alle offerte legate a iOS, e i prodotti iOS sono cresciuti dal 33,4% del totale vendite al 38,4% nel giro di un anno”.

Certo, questi dati mostrano come il cammino di Windows Phone sia ancora lungo, ma secondo Kantar Worldpanel i telefoni con a bordo la piattaforma di Microsoft hanno iniziato a erodere quote ai concorrenti iOS e Android e, soprattutto, a conquistare nuovi utenti fra coloro che non avevano mai posseduto uno smartphone. In base alle interviste condotte su 240mila utenti statunitensi, tra coloro che nel 2012 hanno acquistato un Windows Phone il 42% possedeva in precedenza un feature phone, il 25% un altro terminale Windows e il 23% un modello Android.

Ma c’è di più. “Windows sta riscuotendo successo fra gli utenti più giovani”, spiega ancora l’analista. “Se si osservano coloro che hanno acquistato un nuovo telefono tra il 2011 e il 2012 si nota che Windows è stato scelto soprattutto dalle fascia dei 50-64enni, mentre a un anno di distanza vediamo che sta guadagnando market share nella fascia tra i 25 e i 34 anni”.