Apple si starebbe preparando a una primavera “scontata”. Secondo l’ultimo report dell’analista Ming-Chi Kuo di Kgi Securities, infatti, nel corso del secondo trimestre di quest’anno Cupertino lancerà un nuovo modello di Macbook Air da 13 pollici con un prezzo ridotto. Per l’esperto del mondo Apple, una strategia di questo genere permetterebbe all’azienda californiana di aumentare le spedizioni del 10-15 per cento anno su anno. In Italia la configurazione base del laptop leggero della Mela è proposto a 1.129 euro. La percentuale di sconto non è nota e l’obiettivo di Cupertino sarebbe quello di attrarre soprattutto gli studenti. Inoltre, non si conoscono eventuali aggiornamenti sul fronte dell’hardware, ma l’opinione di esperti e appassionati è che la linea Macbook Air necessiti di qualche novità sostanziale, in quanto la gamma non riceve un upgrade significativo da tre anni.

L’unica modifica hardware è un innalzamento delle frequenze base dei processori, apportato lo scorso giugno. Ma la testata Macrumors fa giustamente notare come le Cpu siano ancora basate su architettura Intel Broadwell del 2014-2015. Gli sforzi di Apple si sono infatti concentrati soprattutto sugli aggiornamenti dei Macbook e dei Macbook Pro, tralasciando un dispositivo ancora molto popolare fra gli utenti con disponibilità economiche inferiori.

È probabile che per i prossimi Macbook Air la Mela abbia in mente un miglioramento dal punto di vista dei display, in quanto i modelli disponibili oggi hanno schermi non-Retina con risoluzione 1.440 per 900 pixel. Kuo, in una seconda analisi, ha previsto anche che gli auricolari Airpods di prossima generazione incarnino gli sforzi principali della società californiana sul fronte dell’intelligenza artificiale e della realtà aumentata, in quanto rappresentano il complemento ideale ai presunti occhiali smart su cui Apple starebbe lavorando.

Nel frattempo un altro analista, Horace Dediu di Asymco, ha pubblicato i risultati di una ricerca sulla vita media dei dispositivi di Cupertino. Il report non suddivide i prodotti per categoria, ma è uno sguardo d’insieme su tutto il portfolio della Mela. Ebbene, osservando i dati compresi fra il terzo trimestre del 2013 e il Q4 del 2017 si nota come la durata media dei device sia di quattro anni e tre mesi. Come detto, i numeri comprendono però tutti i dispositivi Apple ed è noto che un laptop duri molto più di un cellulare.