Entro il 13 gennaio del 2018 gli Stati membri dell’Unione Europea dovranno recepire a livello nazionale la direttiva Ue 2015/2366, nota come Psd2: un nuovo quadro normativo sui servizi di pagamento al dettaglio, approvato per promuovere lo sviluppo di un mercato interno più efficiente, sicuro e competitivo. E, seppure in nessun passaggio della direttiva si parli di applicazioni tecnologiche, è chiaro a tutti che la tecnologia diventerà la leva per creare nuovi servizi e per proteggere meglio i dati degli utenti. Per aiutare le banche e i service provider a rispettare le novità introdotte dalle norme europee, Ca Technologies ha lanciato Psd2 Solution, una soluzione che integra diversi prodotti sviluppati per l’innovazione delle architetture applicative dei soggetti coinvolti, per accelerare l’adozione dell’open banking e per agevolare la trasformazione dei pagamenti digitali.

Psd2 Solution comprende anche alcuni casi d’uso che riguardano il coinvolgimento dei third party provider (Tpp), coprendo aspetti fondamentali quali l’autorizzazione, da parte dei consumatori, all’accesso ai conti bancari, la strong customer authentication (Sca) e la valutazione contestualizzata dei rischi associati alla validazione degli utenti in tempo reale. Ca ha creato anche una sandbox dove le organizzazioni possono testare la soluzione in autonomia o con l’assistenza del vendor.

L’architettura della piattaforma consente inoltre alle imprese di aggiungere livelli di funzionalità relativi a nuovi casi d’uso, come la rilevazione delle performance e le funzionalità DevOps. La piattaforma è anche estendibile, per consentire alle organizzazioni di soddisfare i prossimi obblighi normativi dell’Open Banking Api o delle Fapi (Financial Api). Altri prodotti integrati nella soluzione sono Api Management Gateway, Api Developer Portal, Live Api Creator, Mobile Api Gateway e Directory.