Ieri è stato lanciato ufficialmente Codice Internet, il primo progetto italiano con una dimensione culturale per divulgare la Rete al grande pubblico. "Codice Internet attraverserà tutto il territorio nazionale per promuovere l’utilizzo del Web, diffondere la cultura digitale tra le persone, sensibilizzare istituzioni, aziende e media per contribuire a colmare il digital divide del nostro Paese", sottolinea il comunicato che presenta l'iniziativa.

Insomma, la teoria di Marco Antonio Masieri e Marco Montemagno, promotori del progetto insieme al Comune di Milano, Fiat, Microsoft e altri, è che la penetrazione del web sia strettamente legata alla coscienza delle sue potenzialità.

Ecco quindi l'idea di organizzare "eventi, spettacoli, momenti di discussione e confronto, coinvolgenti e divulgativi, che si svolgeranno principalmente nelle piazze e nei teatri delle città italiane fino agli ultimi mesi del 2009". Il tutto per confluire poi a Milano in un vero e proprio Festival di Internet, "Internet Week".

"Gli eventi di Codice Internet avranno come protagonisti esperti del Web, istituzioni, personaggi e opinion leader che porteranno all’attenzione del grande pubblico la propria esperienza e testimonianza, per aiutare a comprendere come Internet possa cambiare la vita... in meglio!", continua il comunicato.

"Oltre agli eventi organizzati da Codice Internet, verrà data ampia visibilità e sostegno a tutti gli eventi promossi sul territorio dai singoli utenti o da quelle realtà che riterranno utile farlo, per contribuire alla divulgazione della Rete in Italia; per meglio sostenere anche queste iniziative e raccogliere la più ampia partecipazione di tutti è già prevista la creazione di una fondazione dedita a questo scopo", ha spiegato Masieri.