Alla fine è arrivato. Apple ha rilasciato iOs 10.3, che presenta ovviamente una serie di novità come tutti i precedenti aggiornamenti del sistema operativo mobile. Le funzionalità di spicco introdotte dall’update sono tre. La prima riguarda gli auricolari Airpods: interagendo con l’iPhone è possibile rintracciare l’ultima posizione nota delle cuffie wireless, facendo emettere loro all’evenienza un segnale acustico per facilitare il ritrovamento. In secondo luogo, Apple ha lavorato per migliorare Carplay, la propria soluzione di infotainment per le auto, e Siri. Utilizzando il software sul proprio veicolo è possibile ora accedere più velocemente alle app utilizzate grazie ai pulsanti di scelta rapida, mentre Apple Music contiene playlist aggiornate quotidianamente e nuove categorie musicali.

L’assistente vocale Siri, invece, supporta comandi come la verifica dello stato dei pagamenti su altre app, la prenotazione di una corsa sulle applicazioni di trasporto “alternativo” e il monitoraggio di diversi parametri della propria auto: livello del carburante, accensione o spegnimento dei fari e così via. Ovviamente, anche in questo caso le funzionalità sono disponibili soltanto sulle app compatibili realizzate dalle case automobilistiche.

Ma, forse, la novità maggiore di iOs 10.3 è l’introduzione del nuovo file system sviluppato da Apple, ovvero l’Apfs, che sostituisce quindi Hfs+: già svelato per macOs l’anno scorso, il file system arriva così sui dispositivi mobili della Mela. Tra le principali caratteristiche, si trovano avanzamenti nella cifratura dei dati, la possibilità di effettuare snapshot complete dei device e una migliore gestione delle memorie flash.

Ma il colosso di Cupertino ha rilasciato anche watchOs 3.2 e tvOs 10.2. Per quanto riguarda il sistema operativo degli orologi smart, l’aggiornamento rende Siri compatibile con applicazioni indipendenti, così come accade già per l’iPhone. Introdotto anche il nuovo pulsante per la modalità cinema, che spegne toni e notifiche e fa rimanere lo schermo scuro, e il cosiddetto raise to wake che attiva in automatico l’Apple Watch quando si ruota il polso.

 

 

Infine, con tvOs 10.2 è possibile noleggiare un film su un dispositivo della Mela e guardarlo poi su un altro, come ovviamente le Apple Tv. Prima di scaricare gli aggiornamenti è sempre consigliabile effettuare un backup. È probabile che l’installazione di iOs 10.3 questa volta richieda più tempo del necessario a causa del nuovo file system.