Il nuovo sistema operativo mobile di Apple, iOs 11, ha ricevuto la sua prima patch ufficiale. La Mela ha rilasciato iOs 11.0.1, per risolvere un bug lamentato da numerosi utenti su un malfunzionamento degli account Outlook.com, Office 365 e Microsoft Exchange. Il problema era emerso già a settembre, nelle ore immediatamente successive al lancio della nuova major release dell’ecosistema mobile. Gli utenti che cercavano di utilizzare i servizi di Redmond per lo scambio di posta elettronica ricevevano spesso questo messaggio: “Impossibile inviare la mail perché è stata rigettata dal server”. Informata del fatto, Apple si era messa in contatto con Microsoft per risolvere la questione. Il malfunzionamento era collegato all’impossibilità per iOs 11 di stabilire una connessione Http/2 over Transport Layer Security (Tls), un protocollo crittografico che stabilisce un collegamento sicuro fra mittente e destinatario. L’errore impediva di fatto la connessione fra i client email, bloccando di conseguenza la trasmissione del messaggio.

Ovviamente questo non è l’unico baco che affligge iOs 11. Come spesso succede, la prima versione rilasciata è quella più problematica, che molte volte necessita di correttivi “al volo” in base ai feedback delle masse (e non solo di sviluppatori e tester). Uno dei difetti maggiori dell’update sembra essere un eccessivo consumo della batteria, che avrebbe portato in molti casi all’inutilizzabilità dei dispositivi in poco tempo.

In attesa di ulteriori patch, per provare a ottimizzare il tutto si possono percorrere due strada: effettuare il downgrade a iOs 10.3, utilizzando iTunes, oppure effettuare un ripristino completo di iPhone e/o iPad. Nel primo caso però attenzione ai backup: quelli effettuati con iOs 11 su iCloud non sono compatibili con la versione precedente del sistema operativo.