Dalle telco alle tecnologie per gli istituti finanziari. Corrado Sciolla è stato nominato nuovo amministratore delegato di Cedacri, uno dei nomi di punta in Italia nel mercato dei servizi di outsourcing informatico per il settore bancario. Laureato in ingegneria elettronica al Politecnico di Torino, il piemontese Sciolla ha passato quasi tutta la sua carriera professionale all’interno di aziende delle telecomunicazioni. Dopo un breve periodo in McKinsey, infatti, il nuovo Ad di Cedacri entra in News Corporation con l’incarico di sviluppare il business, per passare poi a Wind nel 2001 come direttore generale operativo. L’integrazione con Infostrada porta anche la sua firma. Dopo tre anni il manager passa in Albacom, operatore B2B diventato nel 2006 la filiale italiana di Bt, di cui diventa anche Ceo.

Negli uffici del gruppo britannico Sciolla scala le gerarchie, grazie alla nomina nel 2010 di amministratore delegato di Bt France e nel 2014 di presidente per tutta l’Europa continentale. L’avventura del dirigente nella ex British Telecom finisce nel 2017, quando lascia l’azienda per diventare consigliere e lead independent director di Carel Industries, società padovana attiva nei mercati del condizionamento dell’aria e della refrigerazione.

Sciolla ha ricevuto dal Cda di Cedacri tutte le deleghe per la gestione ordinaria e straordinaria del gruppo, con “l’obiettivo di rafforzare il team manageriale che dovrà portare a compimento le strategie di crescita dopo l’entrata di Fsi nella compagine azionaria”. A fine 2017 il Fondo Strategico Italiano ha acquisito il 27 per cento del capitale di Cedacri, posizionando la compagnia “per una possibile futura quotazione”.