Lo storage a oggetti si può fare “in casa”, nel cloud oppure entrambe le cose allo stesso tempo. Con la nuova offerta di Cynny Space, denominata Private Cloud, debutta un’alternativa all’offerta di Infrastructure-as-a-Service già esistente, alternativa destinata alle aziende che desiderano avere un maggiore controllo del rack, senza però dover investire in sistemi hardware e senza rinunciare alla comodità di un servizio gestito.

Cynny Space è un fornitore di servizi di object storage basati su nuvola e destinati alle aziende. Nei suoi data center mette a disposizione un hardware ottimizzato per l’archiviazione a oggetti, nonché un file system progettato specificamente per lavorare con un numero molto elevato di nodi Arm, composti da Cpu e dischi. Il software si fonda su una filosofia cosiddetta di “organic computing”, in cui il sistema si adatta al contesto – come farebbe un organismo vivente inserito in un ecosistema – ed è in grado di ridurre al minimo la manutenzione del rack, prevedendo la fallibilità dei componenti hardware. Il file system, inoltre, include a livello native l’utilizzo dei tag, che semplificano l’organizzazione delle informazioni.

La peculiarità di Cynny Space è quella di essere stata la prima startup ad applicare la tecnologia Arm al cloud computing. Le Cpu Arm sono specifiche per lo storage a oggetti in quanto gestiscono parallelamente l’interfaccia con i dischi senza quindi occupare potenza di calcolo per la scrittura e lettura dei dati. Inoltre, come noto, hanno un consumo energetico estremamente ridotto, a tutto vantaggio dell’efficienza energetica dell’offerta di Cynny Space. L’infrastruttura presenta un rapporto 1:1 tra Cpu e dischi, una configurazione che minimizza il rischio in caso di failure; le richieste, inoltre, vengono prese in carico da più Cpu in parallelo, velocizzando l’erogazione del servizio.

 

 

Ora, come si diceva, I servizi di storage a oggetti in cloud finora erano stati proposti come offerta IaaS classica, appoggiata all’infrastruttura del provider. La nuova offerta Private Cloud prevede, invece, l’installazione dei microserver di Cynny Space all’interno del data center del cliente. Questa soluzione permette di mantenere un controllo maggiore del rack, senza però rinunciare alla comodità di un servizio gestito e senza dover investire nell’acquisto di hardware. Si tratta, inoltre, di un’opzione particolarmente indicate nel caso si desideri più velocità (grazie alla vicinanza con i server di front-end) o si debbano gestire dati sensibili che è opportuno od obbligatorio tenere fisicamente all’interno dell’azienda. Cynny Space è disponibile per creare soluzioni su misura a seconda delle richieste dei propri clienti.