I desktop virtuali potrebbero fare la loro comparsa su Chrome Os? Le tempistiche non sono ancora definite, ma è certo che il team di sviluppo di Chromium stia lavorando a questa funzionalità. Una possibilità molto attesa dall’utenza del sistema operativo di Google, già presente da tempo sui prodotti della concorrenza (Windows e macOs). In un commit del codice di Chromium viene citata esplicitamente la funzione “Virtual Desks” e, in un video pubblicato su Youtube, si può vedere un primo assaggio grafico dell’eventuale aggiornamento di Chrome Os. Le scrivanie virtuali si creeranno in modo semplice, utilizzando un pulsante, e tramite una barra di controllo sarà possibile visualizzare tutti i desktop lanciati sul sistema operativo e le loro anteprime in miniatura.

Purtroppo non esistono al momento notizie, nemmeno ufficiose, sulla data di lancio della funzionalità. Secondo la testata specializzata 9to5Google, i desktop virtuali potrebbero essere integrati in Chrome Os a partire dalla build Canary 74, a sottolineare come i lavori di sviluppo siano appena iniziati. La versione attuale del sistema operativo dei Chromebook è la numero 72.

L’obiettivo di Google sembra però chiaro: “aprire” la propria piattaforma anche al mondo professionale, uscendo dalla nicchia (comunque promettente) dell’educational, a cui Chrome Os è quasi sempre associato. Non a caso, nei mesi scorsi l’azienda ha iniziato a supportare con sempre maggior convinzione l’installazione di applicazioni Linux nel proprio ecosistema, rendendo possibile questa opzione nelle versioni Dev e Canary di Chrome Os.