La promessa di Dropbox di “semplificare le vostre vite” da oggi è ancora più sostanziale per chi usa il servizio da terminali Android e iOS: l’integrazione con Office, annunciata poche settimane fa da Microsoft, è ora effettiva. Con l’aggiornamento dell’app di Dropbox per le due piattaforme mobile, gli utenti possono ora modificare i file di Word, Excel e PowerPoint direttamente dall’applicazione senza doverli prima scaricare, editare in locale e poi caricare nuovamente nel cloud.

La nuova funzione è dunque utile soprattutto a chi lavora, sia sfruttando Dropbox per poter accedere in modo ubiquo (da più dispositivi e in mobilità) ai propri documenti, sia per poterli condividere con i colleghi. Il limite sta nel fatto che, al momento, soltanto i possessori di iPhone, iPad e terminali Android possono beneficare di questa novità, dalla quale sono invece esclusi gli utenti Windows Phone.

 

 

Nel corso del prossimo anno, in ogni caso, è lecito pensare che Microsoft e Dropbox portino l’integrazione dei rispettivi software anche sulla versione desktop di Office. “Vedrete nuove partnership nei prossimi mesi”, ha annunciato l’amministratore delegato della casa di Redmond, Satya Nadella. “È il miglior modo per offrire ai nostri utenti finali la migliore esperienza d'uso nell'eterogeneo mondo mobile-first cloud-first”.