Facebook da oggi è diventato la guida perfetta per la vita notturna (e non solo) dei propri utenti. Il social network è sbarcato sull’Apple App Store statunitense con una nuova applicazione indipendente, chiamata semplicemente Eventi, che permette di cercare esclusivamente feste, celebrazioni, concerti e così via pubblicati dalla propria rete di contatti e dalle Pagine che si seguono. È possibile filtrare le decine, se non centinaia, di eventi impostando parametri come la località, la data e i propri interessi: l’app restituirà un elenco di appuntamenti compatibili. Per tenere traccia degli eventi in modo più facile è possibile passare poi alla visualizzazione calendario, che consente di avere sott’occhio in maniera rapida quali sono i giorni effettivamente occupati e quali sono invece ancora liberi.

L’app, essendo collegata a Facebook, mantiene ovviamente un filo diretto con il proprio account sul social network blu e tutte le azioni intraprese su Eventi saranno anche visibili e modificabili sulla piattaforma principale. Come detto in apertura, la novità pubblicata dall’azienda di Menlo Park è attualmente disponibile soltanto nel territorio statunitense e per iOs. Nella nota stampa ufficiale, Facebook sottolinea come il servizio arriverà a breve anche su Android, ma non si fa cenno ad altri mercati.

Nell’ottica di espandere sempre più la gamma di funzionalità offerte al miliardo e mezzo di iscritti, il social network blu ha lanciato la scorsa settimana anche Marketplace. Una piattaforma interna, disponibile al momento per Stati Uniti, Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda su iOs e Android, che funziona come mercatino e che permette di inserire annunci di compravendita di oggetti. Una mossa che potrebbe insidiare direttamente aziende come eBay, che dello scambio tra privati fece proprio la sua prima fortuna.

 

La vista calendario dell'app Eventi di Facebook

 

Facebook potrà sfruttare però la sua capacità di segmentazione e aggregazione dell’utenza su base (anche) geografica. Con il Marketplace, infatti, chi intende vendere può pubblicare gli annunci corredati da foto, mentre chi è interessato a un oggetto da acquistare può ricercarlo “in zona”, cioè in una data città. Per poi, magari, andare a ritirare l’acquisto di persona. Oltre a sfruttare le funzioni di ricerca, l'utente verrà diretto verso pagine di offerte che si presume siano di suo interesse.