Mark Zuckerberg perde uno dei suoi “colonnelli” più fidati e fedeli. Chris Cox, responsabile dei prodotti di Facebook, ha deciso di lasciare l’azienda in cui lavorava sin dagli albori, dal 2005. Il manager 36enne abbandonò l’Università di Stanford per imbarcarsi con l’amico e collega Zuckerberg nella costruzione del più grande social network del mondo. “Vi annuncio con grande tristezza che, dopo 13 anni, ho scelto di andarmene”, ha scritto Cox in un post su Facebook. “Questo posto farà sempre parte di me”. Non sono noti i motivi della partenza, anche perché dalle parole pubblicate dal dirigente filtrano soltanto messaggi di affetto verso la compagnia di Menlo Park. Insieme a Cox, ha deciso di lasciare in queste ore anche Chris Daniels, vicepresidente di Whatsapp.

È possibile che Cox, così come Daniels e altri manager di alto profilo che negli ultimi mesi hanno abbandonato la nave, non si trovasse più a suo agio con quello che è ormai diventato Facebook: un incontrollabile colosso del Web colpito più o meno quotidianamente da scandali e accuse legati alla gestione dei dati degli utenti. Un’opinione condivisa, per esempio, da Roger McNamee, noto investitore della Silicon Valley e uno dei primi a credere nel progetto di Zuckerberg.

“Le recenti dichiarazioni di Mark sono puro marketing”, ha dichiarato McNamee facendo riferimento al “manifesto” pubblicato pochi giorni fa dal fondatore di Facebook sul futuro della propria azienda. Nei prossimi cinque anni il social network introdurrà cambiamenti sostanziali in direzione della riservatezza e sicurezza dei dati: più crittografia, più strumenti di comunicazione privata, più contenuti temporanei e integrazione tra le chat di Messenger, Instagram e Whatsapp.

 

Chris Cox e Mark Zuckerberg (dal profilo Facebook di Cox)

 

“È normale assistere all’avvicendamento di personale quando si verifica un cambio di strategia così significativo”, ha commentato l’analista Jasmine Enberg di Emarketer a Reuters, facendo riferimento all’addio di Cox. Ora a guidare Whatsapp ci sarà Will Cathcart, già vice president of product management, mentre il posto di Cox verrà preso da Fidji Simo, fino ad oggi responsabile del business Video, Games and Monetization.