Filippo Ligresti va alla guida di Dell Technologies nel nostro Paese: il dirigente è stato scelto per il ruolo di vice presidente e general manager per l’Italia, incarico che diventerà operativo a partire dal 3 febbraio del 2020. In seguito all’acquisizione di Emc da parte di Dell e alla creazione di Dell Technologies, il nuovo assetto societario aveva avuto naturali ripercussioni sul management delle attività italiane. Marco Fanizzi (ex di Emc) e Filippo Ligresti (Dell) avevano assunto rispettivamente l’incarico di vice presidente e general manager Enterprise Sales e di vice presidente e general manager per Commercial Sales, focalizzandosi dunque l’uno più sul mercato delle grandi imprese e l’altro più sulle Pmi. Ora Filippo Ligresti passerà al timone.

La sua nuova investitura rientra in un più ampio contesto di riorganizzazione delle cariche dirigenziali di Dell Technologies a livello internazionale. All’inizio di dicembre era stato annunciato che Marius Haas, l’attuale chief commercial officer, si ritirerà al ruolo alla fine dell’attuale anno fiscale. 

Bill Scannell, attuale presidente Enterprise Sales e Customer Operations, aggiungerà ai propri compiti le attività di controllo sulle vendite alle Pmi e al canale (Commercial and Partner Sales), diventando presidente di una nuova e onnicompensiva divisione Sales. Quest’ultima sarà sotto la responsabilità di Ligresti per quanto riguarda l’Italia.

L’ufficio stampa ha voluto spiegare che a poco più di tre anni dal merge Dell-Emc, Dell Technologies è cresciuta e maturata e questo processo di semplificazione del go-to-market si è reso necessario per assicurare il massimo supporto e rapidità nelle decisioni, a supporto dei clienti e partner”.

“Sono onorato dell’incarico che mi è stato affidato” ha dichiarato Ligresti.  “Negli ultimi anni, Dell Technologies ha integrato nuove competenze, evoluto l’offerta tecnologica e cavalcato l’onda della digital transformation al fianco di clienti e partner. Le sfide per me non finiscono qui: nel nuovo ruolo il mio obiettivo sarà quello di continuare a essere il punto di riferimento per il nostro ecosistema, assicurando il massimo impegno di tutta l’organizzazione italiana, che da oggi sotto la mia guida avrà un unico go to market, nel promuovere l’innovazione sul mercato locale. Questo senza dimenticare l’imminente chiusura del trimestre e dell’anno fiscale, che merita tutta la nostra concentrazione”.