L’Unione Europea “benedice” Gft Italia con 7,8 milioni di euro. La filiale del nostro Paese del colosso della consulenza It ha ricevuto un finanziamento dalla Ue nell’ambito del programma Horizon 2020 per il progetto Finsec: un framework integrato per la sicurezza predittiva e collaborativa delle infrastrutture finanziarie. Gft Italia svilupperà l’iniziativa e svolgerà il ruolo di coordinatore di 22 partner di 11 Paesi. Nell’elenco sono presenti anche realtà tecnologiche del calibro di Fujitsu, Hpe e Ibm. Finsec proverà a dimostrare la propria efficacia grazie all’applicazione di algoritmi di intelligenza artificiale data-driven: algoritmi sviluppati per anticipare e identificare gli incidenti di sicurezza fisici e logici.

Finsec funzionerà come implementazione di riferimento, basata sul potenziamento e sull’integrazione di soluzioni quali identificazione delle anomalie, analisi dei flussi provenienti dalle videocamere a circuito chiuso, motori di valutazione del rischio e analisi e gestione collaborativa dei possibili incidenti. Tutti questi componenti saranno integrati in una piattaforma unica.

L’iniziativa includerà inoltre strumenti di auditing e certificazione nella piattaforma Finsec, per la conformità al regolamento Gdpr e alla direttiva Nis (Network and Information Security). L’architettura di riferimento sarà validata attraverso progetti pilota, che coinvolgeranno oltre cinquecento esperti e riguarderanno ad esempio la protezione di rete Swift, la sicurezza di edifici e reti Atm, data/text mining, network di pagamenti peer-to-peer, sistemi blockchain e altro.

Finsec proseguirà fino ad aprile 2021 e, come detto, verrà coordinato e gestito da Gft Italia: l’azienda sarà responsabile del flusso di comunicazione con la Commissione Europea, coordinando i rapporti esterni con altre organizzazioni e la fase di presentazione alla Ue. La filiale gestirà inoltre le relazioni contrattuali e amministrative all’interno del consorzio e con Bruxelles.