Da una ricerca condotta da Harris Interactive su un campione di 2.179 utenti business negli Stati Uniti è emerso che il 42 percento degli intervistati non riesce a staccare la mente dal lavoro nemmeno durante le vacanze o le feste comandate. Quasi la metà degli utenti professionali controlla comunque i messaggi di posta in arrivo all'indirizzo mail aziendale. In particolare, il 59 percento del campione esaminato controlla la posta aziendale almeno una volta durante le vacanze, mentre il 28 percento tiene sempre sotto controllo i messaggi in arrivo.

Negli USA molti utenti controllano la posta aziendale anche in vacanza



Il 10% degli intervistati riconosce, inoltre, di controllare la posta anche nei momenti meno appropriati, ossia durante le riunioni di famiglia, le uscite con gli amici o le feste comandate. Altro dato curioso è che almeno il 5% dei professionisti interpellati sfrutta la posta aziendale per sviare impegni familiari poco graditi o noiosi. A riguardo è anche da segnalare che sono in percentuale ancora superiore, il 15%, gli utenti professionali americani che ringraziano i colleghi per avergli scritto un messaggio di posta durante le vacanze in un momento in cui avevano bisogno di una distrazione dai problemi familiari contingenti.

Non è quantificata, infine, la quantità di utenti che in seguito alla lettura della posta aziendale si sentono irritati, frustrati o risentiti, ma nonostante tutto continuano a controllare la casella e-mail con lo smartphone.

Sarebbe interessante conoscere i risultati di una ricerca analoga in Italia, dove ormai la contaminazione di smartphone e supporti digitali portatili non ha nulla da invidiare a quella delle aziende statunitensi.