Google: controllo totale su Motorola Mobility

di Elena Re Garbagnati
pubblicato venerdì 24 febbraio 2012

La notizia non è ancora ufficiale, ma sembra ormai deciso che la casa di Mountain View darà il benservito all'attuale Ceo Sanjay Jha per sostituirlo con Dennis Woodside. Un manager rampante di BigG che dovrà definire la strategia per contrastare Apple.

Google avrebbe deciso di liberarsi dell'amministratore delegato di Motorola Mobility, Sanjay Jha, e di nominare al suo posto Dennis Woodside, che dal 2009 è responsabile delle vendite pubblicitarie di Google negli Stati Uniti. La notizia è stata pubblicata da Bloomberg, che cita fonti vicine all'azienda di Mountain View.

Sanjay Jah, attuale Ceo di Motorola Mobility

BigG non ha quindi perso tempo: la notizia del terremoto al vertice del produttore di telefonini arriva a soli dieci giorni dall'approvazione dell'acquisizione di Motorola Mobility per 12,5 miliardi di dollari da parte delle autorità antitrust statunitensi ed europee.

Ora i riflettori sono puntati Woodside, figura  che - secondo Sameet Sinha, analista di B. Riley & Co che ha definito quella di Google "una scelta interessante" - "avrà bisogno di capire che tipo di strategia hardware si debba mettere in campo per compensare l'assalto da parte di Apple".

Il gossip tecnologico vuole che Woodside l'abbia avuta vinta su una ristretta rosa di candidati, fra cui figuravano Christy Wyatt, vice presidente di Motorola Mobility, e John Bucher, Chief strategy officer. In ogni caso gli investitori hanno accolto con freddezza la notizia: il titolo di Google ha perso ieri l'1% alla chiusura della Borsa di New York.

Woodside sarà responsabile della transizione di Motorola Mobility all'interno di Google e riporterà direttamente al numero uno di Google Larry Page e al direttore finanziario Patrick Pichette. In molti reputano che il nuovo Ceo sarà l'affidatario della strategia da adottare per la gestione dei 17mila brevetti acquisiti da Mountain View, che potrebbero essere impiegati sia per alimentare la crescita di Android che per fomentare ulteriormente la guerra dei brevetti che ieri ha conosciuto l'ennesimo episodio importante.

Dennis Woodside: sarà il nuovo numero uno di Motorola Mobility?

Il nuovo numero uno di Motorola lavora in Google nel 2003 e da allora è stato vice presidente di Regno Unito, Irlanda, Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo. Ha quindi anche soprasseduto alle operazioni di vendita diretta in Europa orientale.

Probabilmente la scelta di BigG è caduta su di lui alla luce degli ottimi risultati che ha fatto registrare nell'ultimo incarico statunitense, portando le vendite (i dati sono di Bloomberg) a 17,6 miliardi di dollari nel 2011 rispetto ai 10,6 miliardi di dollari del 2008, con un incremento di circa il 65%. 


 
Commenti dei lettori (0)
Trovati 0 commenti -  Mostrati da 0 a 0 - Seleziona pagina: 1
Nessun commento visualizzabile
Per postare il tuo commento devi essere loggato.Se sei già iscritto, inserisci Nome Utente e Password qui sotto.
Se non ti sei ancora iscritto, fallo subito, è gratis! L'unico dato obbligatorio è il tuo indirizzo email. Registrati.
Nome utente:
Password: