Quante volte è capitato di vedere a passeggio un cane e di chiedersi a quale razza appartenesse? I più timidi, quelli cioè che non vogliono importunare i padroni chiedendo loro informazioni, possono ora fare affidamento sull’intelligenza artificiale di Google. Big G ha annunciato che la funzionalità Lens, pensata inizialmente soltanto per la fotocamera degli smartphone Pixel e sbarcata poi anche su Android tramite l’applicazione Foto, è ora in grado di riconoscere le razze dei cani. E anche dei gatti. Per conoscere “l’identità” dell’animale è sufficiente scattare una fotografia con il cellulare, selezionarla e premere l’icona di Lens. Gli algoritmi di intelligenza artificiale dell’applicazione saranno capaci, dopo una breve analisi, di mostrare a schermo il nome della razza e una serie di informazioni. Va ricordato che la funzionalità è disponibile soltanto nell’app Google Foto e, per utilizzarla, è necessario installare il software.

Il servizio permette anche di etichettare in automatico le tipologie di cani e gatti e, tramite la ricerca, trovare velocemente immagini specifiche all’interno della libreria. Ma non solo. Un recente aggiornamento distribuito da Google ha arricchito ulteriormente l’applicazione, che ora sfrutta il machine learning per selezionare le fotografie migliori dei propri amici a quattro zampe e per creare in automatico un album ricordo.

Le stesse immagini possono essere raccolte in un video (corredato anche di musica), creato in completa autonomia da Google Foto con l’ausilio di Assistant. Per comporre il filmato è sufficiente aprire l’applicazione, scegliere la scheda dell’assistente virtuale e, se disponibile, fare tap sulle opzioni “Meow Movie” o “Doggie Movie”. Per utilizzare Lens anche in Italia è obbligatorio impostare l’inglese come lingua dello smartphone, altrimenti la funzionalità non sarà disponibile.