A distanza di tre anni dalla prima generazione, Microsoft ha presentato gli Hololens 2. Il colosso statunitense ha scelto il Mobile World Congress di Barcellona per mostrare il proprio visore per la realtà mista con hardware aggiornato. Le novità più importanti riguardano l’angolo di visione, raddoppiato rispetto al primo modello, e la risoluzione maggiore. Le specifiche tecniche non sono state ancora svelate completamente, anche se Microsoft promette un’esperienza d’uso più immersiva e confortevole. La densità olografica per grado di visione è la stessa dell’Hololens originale, pari a 47 pixel e l’azienda ha lavorato sulle gesture che permettono di interagire con gli oggetti reali. Il visore integra un nuovo sensore di profondità basato sul time of flight (Tof) che lavora in parallelo agli algoritmi di intelligenza artificiale.

Il dispositivo impiega anche una tecnologia di tracciamento oculare per consentire alle persone di autenticarsi nelle applicazioni enterprise, rispettando così elevati standard di sicurezza. Il comfort, assicura Microsoft, è garantito da un nuovo bilanciamento dei componenti e da materiali leggeri, basati su fibra di carbonio. La dissipazione del calore, inoltre, è migliorata grazie a una soluzione a camera di vapore.

Secondo l’azienda è possibile utilizzare Hololens 2 per diverse ore senza problemi, grazie anche al meccanismo che permette di indossare l’headset senza dover effettuare laboriose regolazioni della fascia. Pensato ovviamente per il business, il visore è compatibile con una nuova generazione di applicazioni in realtà mista sviluppate appositamente da Microsoft, fra cui Dynamics 365 Remote Assist, Dynamics 365 Layout e Dynamics 365 Guides.

Hololens 2 arriverà nel corso dell’anno in Usa, Giappone, Cina, Germania, Canada, Uk, Irlanda, Francia, Australia e Nuova Zelanda a 3.500 dollari, con diversi bundle fra cui Dynamics 365 Remote Assist a partire da 125 dollari al mese. I preordini sono già partiti e al momento non ci sono indicazioni su un possibile lancio del dispositivo nel nostro Paese. Microsoft ha portato sul mercato anche Azure Kinect Developer Kit, un Sdk che unisce in un device singolo tutti i propri sensori dedicati all’intelligenza artificiale. Il kit è disponibile in Usa e Cina a circa 400 dollari.