Hp le ha definite come “le workstation in formato Ultrabook più sottili e leggere al mondo”. I nuovi ZBook 14 G2 e 15u G2, con schermi da 14 e 15,6 pollici, rappresentano l’evoluzione dei precedenti, omonimi (fatta salva l’indicazione “G2”, seconda generazione) modelli, rispetto a cui si differenziano innanzitutto per l’impiego di processori Intel di quinta generazione, basati su architettura Broadwell. Un cambiamento che potenzia la capacità di calcolo, l’efficienza energetica e dunque l’autonomia dei portatili, ma che soprattutto migliora le prestazioni grafiche. Gli ZBook sono, infatti, sistemi destinati a chi lavora con applicazioni video e grafica 3D e in generale con software che richiedono un elevato uso della Cpu e della Gpu.

Dotati rispettivamente di una diagonale di 35,6 centimetri e di 39,6 centimetri, i due modelli da 14 e da 15,6 pollici utilizzano entrambi processori Intel Core di quinta generazione e grafica Amd FirePro 3D, e sono configurabili con un massimo di 16 GB di memoria Ram e di 1,25 TB di storage. Utilizzando un’unità  Hp Z Turbo Drive è possibile raddoppiare le performance dell’Ssd Sata.

Fra le possibilità di configurazione, si può optare per uno schermo touch Full HD sulla workstation da 14 pollici. Per le workstation ZBook 14 e 15u, già disponibili, Hp  il prezzo di partenza della configurazione di base è di 1.289 euro e 1.335 euro, rispettivamente.

Virtual Workstation DL380z


Hewlett-Packard ha anche aggiornato la sua Virtual Workstation DL380z, lanciata nel 2014, un sistema che esegue istanze virtuali accessibili da remoto con un qualsiasi endpoint. La nuova versione (Gen 9) utilizza processori Intel Xeon E5-2600 v3, configurabili con un massimo di 36 core e con fino a 1,5 TB di memoria Ddr4, mentre lo chassis è stato riprogettato ed è ora maggiormente espandibile. La Virtual Workstation può operare con Windows o Linux Client OS e supporta gli ambienti Citrix e VMware.

Una terza novità riguarda Remote Graphics Software, programma che permette di eseguire applicazioni grafiche basate su server e di condividere con altri computer materiali e lavori. A detta del vendor, nella versione 7.1 del software le prestazioni sono state migliorate del 60%. Questa sarà disponibile a partire dal mese di aprile per l’acquisto, mentre i possessori di workstation della serie Z potranno scaricarla gratuitamente.