La serie è Z, ma le specifiche sono da campionato di vertice. Hp Inc ha presentato un tris di workstation con caratteristiche tecniche attualmente forse ineguagliabili, che danno anche la possibilità al cliente di aggiornare i componenti in piena libertà. Il modello top di gamma, chiamato Z8, è un concentrato di potenza: doppio processore Intel Xeon Skylake-Sp (scalabili) per un numero massimo di 56 core (28 x 2 nel caso dei modelli Platinum 8180), 24 slot per la Ram per un totale supportato di 3 TB di memoria Ddr4 Ecc, sei canali di memoria a 2.666 MHz, doppio connettore M.2 e fino a tre Gpu Nvidia Quadro P6000. Sono presenti inoltre 10 porte Usb Type-C 3.1 Gen 2, doppie porte GbE, nove slot Pcie e un’opzione per la compatibilità con Thunderbolt 3. Ma le possibilità di configurazione e di espansione sono molte di più, come testimoniato dalla documentazione ufficiale.

Si tratta di una soluzione ovviamente non per tutti, ma è molto probabile che nemmeno la totalità dei professionisti grafici a cui si rivolge la Z8 G4 potrà permettersi la variante top di gamma. Il prezzo base della workstation, che sostituisce (e in modo egregio) la Z840, è di 2.439 dollari (solo per il case). Ma la configurazione con Cpu Platinum 8080 e la doppietta di schede grafiche Nvidia Quadro porta il conto totale a ben 35mila dollari.

Chi ha le tasche meno profonde può però dare un’occhiata agli altri due modelli presentati in queste ore dal vendor statunitense. La Z6 è una soluzione intermedia, sempre in configurazione dual processor opzionale (la seconda Cpu si collega alla scheda madre tramite daughtercard, posta giusto al di sotto dei banchi di memoria), fino a 384 GB di memoria Ddr4-2666 Ecc e la possibilità di ricorrere a due drive Ssd da 2,5 o 3,5 pollici.

 

La nuova workstation Hp Z8 G4

 

Come la sorella maggiore, anche la Z6 presenta due slot per collegare dischi esterni da 5,25 pollici, a cui si aggiungono sei slot Pcie. La configurazione premium porta con sé inoltre due porte Usb 3.1 Gen 1 Type-A e due Usb 3.1 Gen 2 Type-C. Il prezzo di partenza della workstation, pensata per ingegneri e artisti digitali, è di 1.919 dollari.

Si scende ovviamente ancora per la Z4, che parte da circa mille dollari. Il modello base proposto da Hp è soltanto in configurazione single processor (con Xeon W fino a 10 core al posto delle più costose varianti basate sul socket 3647), otto slot Dimm che portano la memoria massima totale Ddr4-2666 Sdram a “soli” 256 GB e cinque slot Pcie. È comunque sempre presente il doppio connettore per drive in formato M.2.