Huawei potrebbe portare sul mercato lo smartphone pieghevole Mate X a giugno, battendo così definitivamente sul tempo i Galaxy Fold di Samsung. L’indiscrezione arriva dalla Cina: secondo Phoenix Technology, per esempio, a inizio mese sarebbe apparsa sul sito locale del vendor una pubblicità che riportava giugno come mese di disponibilità effettiva del cellulare. Se la notizia fosse vera, si ribalterebbero i rumors diffusi pochi giorni fa che puntavano a settembre come lancio del device, in ritardo rispetto ai piani originari per presunti problemi allo schermo. Un malfunzionamento che potrebbe quindi essere scongiurato. Al contrario di quanto successo a Samsung che, dopo aver previsto per la data di oggi il lancio del Galaxy Fold negli Stati Uniti, è stata costretta a fare marcia indietro e a bloccare temporaneamente le consegne.

L’azienda sudcoreana ha ammesso che il suo smartphone pieghevole ha ancora bisogno di essere testato ed eventualmente perfezionato. Tra gli esemplari di test già nelle mani di giornalisti e blogger, alcuni si erano rovinati dopo pochi utilizzi. Samsung aveva dichiarato in precedenza che la particolare cerniera del Galaxy Fold era testata per garantire 200mila aperture e chiusure.

Durante la presentazione del Mate X a Baracellona, Huawei aveva indicato genericamente la seconda metà del 2019 come data di uscita del cellulare. In Italia si parlava di ottobre. Ma il presunto arrivo in Cina a giugno potrebbe cambiare le carte in tavola e i grattacapi di Samsung potrebbero aver convinto il colosso del Dragone ad accelerare i tempi. Sperando che la fretta non si tramuti in una cattiva consigliera.