Durante la sua conferenza Think Digital IBM, insieme a Red Hat, ha annunciato una serie di nuovi servizi incentrati sull’edge computing e il 5G, nonché sull'intelligenza artificiale. Il fatto che la società si stia concentrando su queste due aree non è una sorpresa, dal momento che sono tra quelle con una più rapida crescita in ambito enterprise computing.

Il neo presidente di IBM Jim Whitehurst, in una recente intervista al sito Techcrunch.com, ha dichiarato di essere convinto che IBM (in combinazione con Red Hat) sia in grado di offrire alle aziende a livello enterprise un servizio molto differenziato perché, contrariamente ai grandi iper cloud, non si limita a un cloud omogeneo, ma sta spingendo verso un cloud ibrido. Whitehurst ha anche aggiunto che “i cloud pubblici fanno cose straordinarie e sono nostri grandi partner, ma la loro attività principale è creare servizi omogenei, con grandi volumi, dicendo ai clienti, 'se i tuoi carichi di lavoro si adattano a quanto offriamo, al nostro modello, possiamo farli funzionare meglio, più velocemente, con meno costi, ecc.’ E ovviamente si sono diffusi. Hanno aggiunto servizi”.

Le telco stanno puntando molto su varie tecnologie open source che spesso sono il “cuore” delle loro implementazioni 5G ed edge. Red Hat era già uno dei principali attori in questo ambito e ha aperto la strada a questo modello di business. Whitehurst ha sostenuto che, avere Red Hat come parte della maggiormente in open source. "In questo modo noi acceleriamo la presenza nel settore del cloud ibrido e faremo del nostro meglio per sfruttare le tecnologie open source per renderle reali", ha aggiunto.

IBM sta lanciando nuovi servizi per automatizzare il business planning, il budget e le previsioni, nonché nuovi strumenti basati su AI per la creazione e l'esecuzione di app di automazione in grado di gestire attività di routine in modo autonomo o con l'aiuto di una persona. La società sta inoltre presentando nuovi strumenti per l'automazione dei call center. L'annuncio più importante che riguarda l’intelligenza artificiale è sicuramente Watson AIOps, che ha lo scopo di aiutare le aziende a rilevare, diagnosticare e risolvere le anomalie It per ridurre gli effetti provocati da problemi e interruzioni dell’operatività.

Lato telco, IBM sta presentando nuovi strumenti come l’Edge Application Manager, basato sul progetto di edge computing open source IBM Open Horizon. La società sta inoltre lanciando il nuovo Telco Network Cloud basato su Red Hat OpenShift, che offre la possibilità di sfruttare anche la piattaforma Red Hat OpenStack. Inoltre, l’azienda ha creato un nuovo team dedicato ai servizi per edge computing e telco cloud per aiutare i clienti a sviluppare le loro soluzioni 5G e di edge computing.

Tag: red hat, ibm, cloud, ai, telco