Si chiama Tiscali Cloud e rappresenta la vera e propria offerta completa del provider di Cagliari in fatto di servizi e soluzioni di computing nella nuvola. Destinatari di questa offerta, che va ad aggiungersi ai servizi Net-Cloud per gli enti pubblici locali inerenti l’accesso a infrastrutture tecnologiche in modalità “as a service”, sono le aziende (piccole e medie in particolare) e la PA.

Renato Soru, numero uno di Tiscali. Il provider cagliaritano si butta anche sul cloud per le aziende



A queste Tiscali propone i seguenti servizi: Cloud Storage, Virtual Server, Managed Mail, Billing as a Service e Disaster Recovery. Il primo, nello specifico, permette di memorizzare e gestire una quantità di dati potenzialmente illimitata, a partire da un pacchetto minimo, pagando solo per lo spazio richiesto in funzione delle reali esigenze. I consumi sono infatti calcolati su base giornaliera e dipendono solo dall’utilizzo effettivo di memoria, dal traffico generato e dalle transazioni effettuate e la promozione valida fino al 30 aprile prevede un pacchetto da 100 GByte a 15 euro mensili.

A consumo, oltre che completamente personalizzabile, è la soluzione di fatturazione” mentre quella per la posta elettronica è utilizzabile con più account e domini e sfrutta gli strumenti di sicurezza e gestione proprie dei servizi di Mail Hosting che Tiscali offre in tutta Europa. Gestiti nella nuvola ed erogati in modalità “as a service” sono quindi anche gli strumenti di disaster recovery, utilizzabili anche attraverso la replica e il ripristino delle operazioni e dei processi su un sito IT alternativo e utilizzando dispositivi e sistemi di backup, e quelli di virtualizzazione dei server, ampiamente scalabili e personalizzabili in funzione delle specifiche esigenze dell’azienda utente.