Bludis porta in giro per l’Italia l’offerta di data loss prevention di Boole Server, azienda che dopo essersi allargata in Europa e nella Silicon Valley pensa ora a rafforzare la propria presenza nello Stivale. Per farlo ha scelto, appunto, Bludis: un distributore a valore aggiunto operativo da quasi quindici anni sul mercato nostrano e specializzato nei settori della sicurezza, del cloud computing, dei prodotti per il settore scolastico e delle unified communication.

L’accordo di distribuzione aggiunge, dunque, Bludis alla rete di oltre 50 partner a cui Boole Server si appoggia a livello internazionale. “Siamo estremamente contenti di questa nuova partnership”, ha dichiarato Maurizio Erbani, sales & operations director di Bludis, “che consente di espandere la nostra offerta in ambito security con una soluzione realmente interessante e innovativa".

“Boole Server”, ha spiegato Erbani, “è una piattaforma molto apprezzata sul mercato perché affronta la sicurezza dei documenti in modo completo. A differenza delle soluzioni tradizional, Boole continua a proteggere i documenti anche una volta che sono fuori dal perimetro aziendale, consentendo una condivisione sicura”.

Boole Server propone un approccio “data-centrico” alla sicurezza, basato non sulla difesa perimetrale bensì sulla crittografia e sulla protezione dei dati, anche su mobile. La soluzione – rivolta ad aziende, Pubblica Amministrazione e  professionisti – permette di proteggere e condividere dati riservati, senza rischi di accesso da parte di utenti autorizzati e con efficace un sistema di prevenzione del data loss.