Non solo Allo e altri dispositivi connessi, Google Assistant arriverà anche su tutti gli smartphone dotati di Android 6.0 Marshmallow e versioni successive. La notizia è stata diffusa direttamente da Big G che, in un blog post firmato Gummi Hafsteinsson, ha scelto come timing perfetto l’avvio del Mobile World Congress 2017 di Barcellona. L’assistente virtuale di Mountain View è stata una delle novità dell’anno scorso nel campo dell’intelligenza artificiale: presentato durante la conferenza Google I/O di maggio 2016, l’Assistant è presente nei dispositivi Pixel, Google Home, Google Allo e Android Wear e permette all’utente, tra le altre cose, di rispondere a domande poste in linguaggio naturale, di effettuare prenotazioni e molto altro, utilizzando semplicemente la voce.

Secondo la roadmap definita da Big G, Assistant inizierà a essere distribuito questa settimana negli Stati Uniti su tutti gli smartphone compatibili (con almeno 1,5 GB di Ram e display 720p), per proseguire poi il suo cammino in Australia, Canada, Regno Unito e Germania (ovviamente in tedesco). L’Italia al momento è rimasta fuori dalla lista, ma nel blog post Hafsteinsson ha scritto di nuove lingue che verranno aggiunte nel corso dell’anno.

Per usufruire di Google Assistant non sarà necessario installare nuove applicazioni, perché i dispositivi con Marshmallow o Nougat riceveranno in automatico l’aggiornamento tramite Play Services. Il “maggiordomo smart” di Mountain View verrà invece integrato di fabbrica in alcuni nuovi cellulari, come ad esempio gli Lg G6 presentati in queste ore a Barcellona.