A differenza di qualcun altro, sembra che Google stia effettivamente considerando il triangolo. Dalle Filippine è arrivata voce di un nuovo progetto di Big G, chiamato per l’appunto Triangle: un’applicazione gratuita per Android che permette di monitorare, ed eventualmente bloccare, le app installate sullo smartphone che consumano più dati mobili. Triangle consente inoltre di avere sempre sott’occhio una visione completa del bilancio complessivo dei dati utilizzati. La scelta delle Filippine come primo Paese per condurre i test non è casuale: nelle aree in via di sviluppo gli abbonamenti con pacchetti dati illimitati sono poco diffusi. Inoltre, è più difficile trovare connessioni Wifi performanti a cui agganciarsi per non consumare tutto il proprio capitale.

La sperimentazione, iniziata ad aprile, sta procedendo con gli operatori filippini Globe e Smart: aprendo l’applicazione è possibile consultare il bilancio dei dati e, tramite accordi con le telco, gli utenti possono installare nuove app sponsorizzate ricevendo in cambio dei premi che vanno ad accrescere il tetto massimo disponibile.

Interpellata da Techcrunch, Google ha preferito non commentare su eventuali piano di sviluppo di Triangle, né in altri mercati emergenti e nemmeno nei Paesi più avanzati. “Stiamo effettuando dei test nelle Filippine sulle modalità per aiutare gli utenti a gestire al meglio i propri dati mobili. Non abbiamo nient’altro da annunciare per ora”, ha spiegato un portavoce dell’azienda.