Ieri si è tenuta un sessione AMA (Ask Me Anything) su Reddit in cui i tre membri del team di Inbox Jason Cornwell, Vijay Umapathy e Taylor Kouřim hanno risposto alle domande degli utenti circa la nuova app di posta elettronica allo studio in Google, che per ora è in fase di test in una cerchia ristretta di utenti a invito.

Le domande sono ancora molte, perché l'attenzione sul progetto di Google di reinventare il modo di gestire la propria casella mail ha attirato l'attenzione di privati e soprattutto professionisti. Non a caso c'è stata molta insistenza per conoscere la data in cui verrà reso disponibile il supporto di Inbox a Google Apps: i tecnici hanno confermato che l'interesse manifestato dagli utenti è talmente alto che la priorità di questa caratteristica è stata alzata.

I tre esperti hanno innanzi poi precisato che il gruppo di lavoro sta lavorando per migliorare le caratteristiche dell'app (che è ancora acerba sotto diversi aspetti) e per aggiungere nuove funzionalità che saranno integrate gradualmente.

Una delle novità più attese riguarda la creazione di una Inbox unificata che raggruppi in un unico account più indirizzi di posta elettronica, un po' come succede già con l'app Gmail, ma in maniera più articolata. In Inbox infatti sarà possibile impostare notifiche differenti. L'implementazione di questa caratteristica sta richiedendo tempo perché i tecnici vorrebbero che funzionasse perfettamente su tutte le piattaforme, compresa la fruizione da web che al momento è limitata al solo browser Chrome. L'idea è progettare un supporto cross-browser per Inbox che contempli anche i prodotti di terze parti.

Non mancherà poi la funzione annulla invio, che gli ingegneri non avevano implementato per motivi di tempo, e l'integrazione con Google Drive, un'applicazione per tablet e la possibilità di scaricare tutti gli allegati in un unico download. Interessante anche l'idea di eliminare le mail anziché archiviarle, che è un altro dei desiderata degli utenti.

In fin dei conti, l'obiettivo di Inbox è quello di avere le stesse funzionalità di Gmail rivoluzionandone però l'approccio. "C'è una lunga lista di caratteristiche di Gmail che potrebbero arrivare su Inbox" spiega Jason Cornwell, Interaction Designer del team di Inbox. "La nostra intenzione è quella di bilanciare le funzioni di Gmail con la creazione di nuove caratteristiche che continueranno a migliorare il concept di Inbox".