Intel ha aggiornato la serie di processori meno potenti della famiglia Core, portandola ufficialmente nell’ottava generazione. La casa di Santa Clara ha svelato infatti i nuovi chip i3-8130u destinati all’uso in laptop e 2-in-1 di fascia bassa. A differenza delle soluzioni Core i5 e i7 introdotte a fine 2017, basate sull’architettura Kaby Lake-R (Refresh), le Cpu i3 sono però progettate partendo dalla tecnologia Kaby Lake e si configurano quindi più come un rebranding dei vecchi Core i5. Intel parla comunque di processori di ottava generazione, malgrado nella pagina dedicata al prodotto risulti chiaro il riferimento all’architettura Kaby Lake. Dettagli a parte, le Cpu sono ottenute con processo produttivo a 14 nanometri e integrano due core fisici con supporto al multithreading (quattro thread totali). La frequenza base è di 2,20 GHz, ma con Turbo Boost il clock tocca anche picchi di 3,40 GHz.

La differenza con la generazione di i3 precedente si nota soprattutto qui, perché il modello i3-7130u di un anno fa era sprovvisto di Turbo Boost, anche se la frequenza di base era maggiore (2,70 GHz). Il nuovo i3-8130u è inoltre dotato di 4 MB di cache, contro i 3 MB del chip precedente, e supporta fino a 32 GB di memoria Ddr4-2400 o Lpddr3-2133.

Il thermal design power è di 15 watt, analogo a quello degli altri processori della serie U, e all’interno del chipset si trova una Gpu Intel Uhd Graphics 620 integrata. A breve la casa di Santa Clara è attesa al varco con le Cpu della famiglia Coffee Lake per i notebook e, secondo le ultime indiscrezioni, è lecito aspettarsi anche soluzioni a 6 core e 12 thread, con clock base di 2,9 GHz e Turbo Boost single core di ben 4,8 GHz.