Intel ha annunciato la disponibilità di SSD 335, una nuova unità allo stato solido basata su memoria NAND Flash con controller SandForce. La novità è che la memoria MLC (multi-level cell) che lo affiancherà sarà prodotta a 20 nanometri, e non a 25 nm come le precedenti soluzioni.

Quello presentato ufficialmente ieri è un modello da 2,5 pollici con capacità di 240 GB e interfaccia SATA 6 Gbps. Per quanto riguarda le prestazioni, si parla di velocità in lettura e scrittura sequenziale rispettivamente fino a 500 e 450 MB/s. La velocità di lettura casuale arriva invece al massimo a 42.000 IOPS (Input / output al secondo) e quella di scrittura raggiunge 52.000 IOPS. Il prodotto è in vendita online al prezzo di 209,99 dollari.

Intanto Western Digital, uno dei maggiori produttori mondiali di dischi fissi, ha annunciato i dati finanziari relativi al primo trimestre finanziario 2013 e le previsioni per gli ultimi tre mesi dell'anno. Fra giugno e settembre 2012 sono stati spediti 62,5 milioni di unità, in calo dell'11,9% rispetto ai 71 milioni di unità del trimestre precedente.

Colpa della crisi economica che sta interessando in particolar modo Stati Uniti ed Europa, a cui si è sommato un rallentamento della domanda da parte della Cina. In quest'ultimo caso le vendite di computer vanno a gonfie vele, ma i produttori stanno cercando di tenere bassi i prezzi attingendo dagli inventari ancora in essere anziché puntare sulle nuove scorte.

Per questo motivo le previsioni per l'ultima parte dell'anno sono conservative e si punta a un lieve incremento rispetto ai dati del trimestre in esame, sulla scia della possibile impennata delle vendite che dovrebbe verificarsi grazie alla combinazione del periodo natalizio con l'annuncio di Windows 8.

I dati pubblicati da Western Digital confermano comunque la piena ripresa della produzione dopo l'alluvione dello scorso anno, che aveva portato al blocco delle spedizioni e a una ripresa lenta e faticosa che ha penalizzato i produttori di PC almeno fino a marzo 2012.

Tag: ssd