Intel riprogetta gli ultrabook per farli costare meno

di Elena Re Garbagnati
pubblicato giovedì 12 aprile 2012

La casa di Santa Clara sta pensando di fabbricare la nuova generazione di portatili con la plastica per abbassarne i costi. Oltre 70 i nuovi prodotti di fascia bassa in rampa di lancio. Per il mercato hi-end, invece, sono allo studio notebook e desktop con Display Retina ad alta risoluzione.

Gli ultrabook sono in piena evoluzione e Intel sta dando l'idea di come cambieranno all'IDF di Pechino in corso in questi giorni. Sono state preventivate la standardizzazione delle batterie per risparmiare sui costi, l'introduzione dei Retina Display e il ritorno agli chassis in plastica per i modelli più economici. Quest'ultimo passaggio a quanto pare è l'unico realizzabile nell'immediato per contenere i costi di produzione e mettere in commercio prodotti dal prezzo più contenuto di 699 dollari

Per ottimizzare le strutture in plastica Intel ha pensato di prendere uno strato di plastica e applicarci sopra una sottile lamina in alluminio per ottenere un risultato accettabile. A quanto pare dobbiamo aspettarci un'invasione di questi ultrabook a basso prezzo: Intel sostiene che siano in progettazione 75 nuovi modelli di ultrabook che saranno veduti, appunto a 699 dollari.

L'azienda di Santa Clara non ha dimenticato gli utenti danarosi, e per loro sta pensando di introdurre display ad alta densità di pixel da installare nei portatili al più presto l'anno prossimo. In particolare, sono in preventivo ultrabook da 11 pollici da 1560 x 1440 pixel, e modelli da 13 pollici a 2800 x 1800 pixel. Per i notebook normali è invece prevista la risoluzione record di 3840 x 2160 punti. 

L'ultima idea di Intel è quella di mettere mano alle batterie dei portatili per creare uno standard adatto alla categoria ultrabook. Al momento, infatti, le batterie standard sono ingombranti, mentre quelle compatte (installate nei MacBook Air e negli ultrabook) sono proprietarie, con i relativi problemi di reperibilità e costi.

Intel intende quindi bandire l'uso di componenti a favore di un prodotto unico che dovrebbe misurare complessivamente 60 x 80 millimetri, e alloggiare al suo interno celle con un diametro di 16 millimetri, rispetto a quelle da 18 mm tipicamente usate nei notebook. Alcuni produttori stanno usando modelli con celle da 14 millimetri, ma secondo Intel non garantiscono un'autonomia accettabile e sono troppo costose. Ci sembra l'unica buona idea fra tutte quelle annunciate in questi giorni.


 
Commenti dei lettori (0)
Trovati 0 commenti -  Mostrati da 0 a 0 - Seleziona pagina: 1
Nessun commento visualizzabile
Per postare il tuo commento devi essere loggato.Se sei già iscritto, inserisci Nome Utente e Password qui sotto.
Se non ti sei ancora iscritto, fallo subito, è gratis! L'unico dato obbligatorio è il tuo indirizzo email. Registrati.
Nome utente:
Password: