L’intelligenza artificiale è la “regina” della tecnologia. Perlomeno su Twitter. La sesta edizione dell’Innovation Report di Talent Garden ha fotografato, analizzando per la prima volta le conversazioni sul social network azzurro in tutta Europa, le principali tendenze in salsa digitale del 2018 per anticipare i trend dell’anno appena iniziato. Dopo l’hashtag “#Ai”, la seconda parola chiave più utilizzata su Twitter in questo ambito è stata “#startup”, seguita da “#bigdata”, “#digitaltransformation”, “#blockchain”, “#fintech”, “#digital”, “#machinelearning” e “#artificialintelligence”. Approfondendo però maggiormente l’analisi dei contenuti dei post, Talent Garden ha potuto delineare tre macrotrend che, presumibilmente, la faranno da padrone nei prossimi mesi.

Si parte ovviamente dall’Ai e da alcuni temi a essa riconducibili, come deep learning e chatbot. Il secondo posto è occupato invece dall’IoT e dalle sue declinazioni (Industrial Internet of Things e Internet of Everything). Sul gradino più basso del podio si piazzano infine blockchain e criptovalute le quali, malgrado il loro tracollo dal punto di vista del valore economico, continuano evidentemente a tenere banco.

Ma come è giunto Talent Garden e elaborare questi risultati? L’analisi è partita da ben 850mila tweet in tema di innovazione, pubblicati da oltre 160mila utenti unici (due terzi uomini e un terzo donne) per la maggior parte in tre Paesi: Regno Unito, Francia e Italia. Staccate nettamente Spagna e Germania (ultima) fra i “cinque Big” della Ue. Dalla Penisola sono arrivati 115mila tweet, condivisi da oltre 14mila persone.

Anche per quest’anno, sottolinea Talent Garden, Milano è stata incoronata capitale italiana dell’innovazione, con 29.101 “cinguettii”. Seguono Roma (10.443), Torino (4.223), Bologna e Napoli. I temi che hanno generato maggior dibattito in rete sono stati blockchain e, ovviamente, il made in Italy. Ma non sono mancate discussioni virtuali su Industria 4.0, Fintech e open innovation. È probabile, spiega l’azienda, che questi temi verranno riproposti anche nel corso del 2019.