L’accordo tra le parti c’è e i giochi sono praticamente fatti, manca solo la limatura di qualche dettaglio e la verifica di certe condizioni di chiusura: tranne colpi di scena, Interoute acquisirà il provider europeo di servizi gestiti EasyNet per una somma non ancora nota. La fusione consentirà ai clienti di accedere alla suite completa di prodotti e servizi di entrambe le aziende. Tra le soluzioni di Interoute, si trova una vasta gamma di servizi di connettività unificata (Uconn), computing e comunicazione ad aziende nazionali e multinazionali, a operatori globali di telecomunicazioni e a provider di contenuti online. Il valore d’impresa di Easynet è fissato in 402 milioni di sterline e, sulla base dei valori attualmente disponibili, ad acquisizione completata il fatturato globale di Interoute degli ultimi dodici mesi (chiuso al 30 giugno 2015), avrebbe superato i settecento milioni di euro.

“Questo annuncio rappresenta un ulteriore passo nella nostra strategia di acquisizione e ci avvicina sempre più al nostro obiettivo di diventare il primo provider in Europa per lo sviluppo dell’economia digitale”, afferma Gareth Williams, Ceo di Interoute, a cui fa eco il commento di Mark Thompson, amministratore delegato di Easynet. “Le due aziende possono offrire una scelta più ampia di opzioni di connettività, oltre a un portfolio allargato di prodotti e servizi: l’acquisizione potenzierà ulteriormente la posizione di leadership nel mercato del cloud hosting in Europa”.

La piattaforma di servizi sulla nuvola di Interoute comprende 12 data center, 14 virtual data center e 31 collocation centre, con collegamenti ad altre 195 “sale macchine” di terze parti in tutto il Vecchio Continente. Con sedi in Europa e negli Stati Uniti, l’azienda possiede e gestisce anche 24 reti metropolitane nei principali centri di business europei e, a fine agosto 2015, ha annunciato il fine lavori della realizzazione di un network globale a diffusione capillare con due nuove tratte tra Los Angeles e Hong Kong.