L’acquisizione con un occhio al risparmio. Fujitsu ha svelato lo scanner fi-7030, soluzione entry level che comprende però il software Paperstream Capture Versione 1.5, dotato di una nuova interfaccia intuitiva per la gestione touch, con funzionalità avanzate per migliorare efficienza e interazioni nel corso dell’intero processo di acquisizione. Rilasciato per la prima volta in bundle con il nuovo fi-7030, Paperstream Capture 1.5 sarà presto disponibile anche per tutti gli altri scanner fi Series del vendor giapponese, portando così nuove funzionalità all’intera linea. Il dispositivo include un lettore di codici a barre, utile per semplificare la scansione di lotti misti attraverso la creazione di processi automatici che si avviano al riconoscimento del codice.

Con un design compatto, il nuovo scanner Fujitsu acquisisce fino a 27 fogli al minuto (54 immagini fronte/retro A4, verticali, a colori, con risoluzione 300 dpi). Secondo il vendor, il dato equivale a un aumento del 35 per cento in termini di velocità rispetto al modello precedente. Lo scanner è in grado di elaborare una vasta gamma di documenti, comprese carte plastificate in rilievo.

Il passaggio da modalità standby all’operatività è quasi istantaneo, garantendo il risparmio energetico. Il meccanismo di caricamento dei documenti include sensori a ultrasuoni e un meccanismo di protezione dal disallineamento di nuova concezione, che protegge anche i documenti più delicati, mentre i rulli frizione separano ogni documento al fine di evitare inceppamenti.

Dal lato software, la nuova funzionalità “browse view” Paperstream Capture mostra contemporaneamente sullo schermo sia le miniature sia le anteprime dei documenti acquisiti, permettendo così di effettuare velocemente una selezione durante la scansione. I parametri preferiti possono essere sfogliati, modificati o salvati come profili di lavoro PaperStream Ip direttamente tramite il software, senza dover passare attraverso altre applicazioni.

 

 

Inoltre, una volta che gli utenti hanno acquisito un lotto possono verificare i dati, scegliere di invertire l’ordine, raccogliere i documenti in un file unico, indicizzare e rilasciare automaticamente nell’archivio locale o a distanza, alimentare flussi di lavoro o i sistemi Ecm aziendali. Con la possibilità aggiuntiva di mettere in pausa le operazioni, per poi riprenderle in seguito.

Paperstream Ip prepara le informazioni digitalizzate per essere inviate a lavorazione successiva, come il riconoscimento ottico dei caratteri (Ocr), e si collega con le più comuni applicazioni di scansione tramite interfaccia Twain o Isis. Altre novità sono date da funzioni automatiche quali il rilevamento del colore, il raddrizzamento, l’output multi colore/multi immagine e il ritaglio.

Infine, la rimozione automatica di forature e la separazione dei lotti tramite codice patch, codice a barre e codice a matrice opzionale riducono al minimo l’intervento manuale dell'utente. Il nuovo scanner documentale fi-7030 sarà disponibile presso i partner a partire da giugno 2016 a un prezzo consigliato di 679 euro, Iva esclusa.