Presto tutti i notebook, o almeno la maggior parte, useranno un solo alimentatore. Frutto del nuovo standard per gli alimentatori universali per notebook stilato dalla International Electrotechnical Commission [IEC], nell'ottica di ridurre i rifiuti elettronici, seguendo la stessa filosofia dello standard pubblicato tempo fa per gli alimentatori dei telefoni cellulari.

La IEC auspica che i produttori recepiscano la specifica 62700 e inizino ad adottarla fin dai modelli di prossima in produzione, così da ridurre l'inquinamento dovuto allo smaltimento di questi componenti altamente deperibili.

Alimentatore unico per i notebook

"Le normative internazionali IEC per il caricabatterie universale per i telefoni cellulari è stato ampiamente adottato dal settore della telefonia mobile e sta già cominciando a ridurre l'e-waste. Un alimentatore unico per una vasta gamma di computer portatili è il prossimo passo nella riduzione dei rifiuti elettronici e il suo impatto sul nostro Pianeta" ha dichiarato Frans Vreeswijk, segretario generale e amministratore delegato di IEC.

Si stima che gli alimentatori generino da soli una quantità di rifiuti elettronici pari a mezzo milione di tonnellate all'anno. La nuova normativa copre tutte le parti dell'alimentatore, compresi il connettore per il computer, la spina, l'interoperabilità, le prestazioni e gli standard ambientali e di sicurezza.

Oltre a inquinare meno, questa soluzione dovrebbe liberarci anche da molte scocciature, non ultima quella di non poter ricaricare il notebook con un alimentatore di un altro prodotto perché la potenza o il connettore non sono compatibili. Non resta che aspettare che tutti la recepiscano: con gli smartphone ha funzionato in quasi tutti i casi.

Tag: notebook