Orientarsi nella giungla degli annunci di lavoro non è facile, così come non lo è, per le aziende alla ricerca di collaboratori, trovare il professionista più adatto alle loro esigenze. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha risolto il problema con la Business Intelligence, ovvero realizzando un motore semantico che interpreta e correla i molti dati caricati sul suo portale ClicLavoro. Qui, per dare un’idea dei numeri, basti pensare che lo scorso anno sono stati inseriti 822.777 curricula e sono state pubblicate 84.270 offerte di tirocinio, collaborazione o impiego, corrispondenti a 129.839 posti vacanti. Per ogni mese del 2015, in media, piattaforma Web ha permesso a circa 21.800 persone di trovare lavoro.

Ospitare questi dati, tuttavia, non poteva bastare: al Ministero serviva un sistema in grado di interpretare e mettere in relazione la massa di informazioni riguardanti i curricula e le inserzioni. In altre parole, serviva un sistema di Business Intelligence che agevolasse l’incontro fra domanda e offerta. Il Ministero si è dunque rivolto a Iconsulting, system integrator di Bologna (con sedi a Milano, Roma e Londra) specializzato in soluzioni per l’analisi e la gestione dei dati, e ha avviato un percorso in più tappe, durato diversi mesi. Obiettivo: realizzare un recommendation engine che rendesse leggibili dati destrutturati e spesso lacunosi dal punto di vista qualitativo, così da far incontrare domanda e offerta in maniera intelligente.

“La collaborazione con Iconsulting e gli importanti progetti di innovazione sui quali il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sta da tempo investendo contribuiscono a dare risposta alla necessità di sostenere e stimolare le politiche di impiego, grazie alla creazione di una piattaforma tecnologico-informativa all'avanguardia in Europa e nel mondo”, ha commentato Daniele Lunetta, dirigente comunicazione e prodotti editoriali per la direzione generale dei sistemi informativi, dell’innovazione tecnologica e della comunicazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Il system integrator ha seguito il progetto in tutte le su fasi, dall’assessment delle esigenze funzionali e architetturali alla realizzazione del sistema di Business Intelligence, fino alle attività di pubblicazione dei dati sotto forma di report e dashboard. Quello realizzato per ClicLavoro è un motore di recommandazioni basato sul tecnologia Oracle e sul metodo “learn&refine”: i suggerimenti vengono prodotti non solo sulla base degli studi e dell’esperienza professionale del candidato, ma considerando caratteristiche anagrafiche, di residenza e altri elementi.

“Questo caso è particolarmente significativo”, ha aggiunto Federico Ravaldi, fondatore e Ceo di Iconsulting, “avendo avuto luogo nell’ambito di una Pubblica Amministrazione centrale e riguardando un progetti di valore sociale”. Ora l’innovazione prosegue: nei prossimi mesi sarà realizzato un sistema di “Citizen Relationship Management” per fornire agli utenti un servizio personalizzato in base alle loro caratteristiche (personali e professionali), ai dati di navigazione sul portale e a preferenze espresse attraverso questionari.