Le Officine Grandi Riparazioni di Torino, benché evocative del passato industriale del capoluogo piemontese (sono ospitate in un edificio di fine Ottocento), sono uno spazio che organizza eventi squisitamente contemporanei, tra cultura, arte e tecnologia. E coltivare startup è la missione di Ogr Tech, un “hub dell’innovazione” interno alle Officine Grandi Riparazioni, inaugurato lo scorso giugno grazie al contributo di Fondazione Crt. Oggi il progetto si nutre di nuova linfa grazie a  Microsoft for Startups, un programma lanciato dalla filiale italiana della società di Redmond, che metterà a disposizione dei giovani imprenditori formazione, risorse tecnologiche e l’accesso a una rete di partner italiani e contatti internazionali.

 

In tre parole: supporto, tecnologia e accesso a nuove opportunità di business. L’accordo stretto tra Officine Grandi Riparazioni e Microsoft mira regalare una marcia in più alle più promettenti startup orbitanti intorno a Ogr Tech. In particolare, a quelle che si occupano di Big Data, di intelligenza artificiale e di gaming, i tre temi su cui inizialmente si focalizzeranno le iniziative di formazione. C’è già, comunque, l’intenzione di allargarsi in futuro anche ad altri settori verticali.

 

Come si accede? Fra le startup e scale up  presenti in Ogr Tech, potranno partecipare al programma quelle che possiedano i “requisiti necessari” (non si specifica quali). Nel dettaglio, saranno messe a disposizione risorse dedicate per preparare i team delle startup in materia di marketing e di vendita. Gli aspiranti imprenditori, inoltre, verranno aiutati a mettere le proprie soluzioni sul mercato in modo efficace, attraverso il cloud, e sfruttando la rete di vendita e l’ecosistema dei partner di Microsoft.

 

“Siamo orgogliosi di ampliare il nostro impegno a sostegno della community di startup in Italia in collaborazione con Ogr Tech”, ha dichiarato Jean-Philippe Courtois, executive vice president and president, global sales, marketing and operations di Microsoft. “Insieme, possiamo rafforzare l’ecosistema digitale, accelerare l’innovazione e aumentare le possibilità di accesso a nuovi tool e nuove competenze che aiuteranno tutti gli italiani, dai giovani imprenditori alle imprese del territorio, a partecipare alla trasformazione digitale del Paese”.

 

 
Da sinistra, Massimo Lapucci, Direttore Generale OGR e Segretario Generale Fondazione Crt, e Jean-Philippe Courtois, executive vice president and president, global sales, marketing and operations di Microsoft.

 

A corollario di questa iniziativa, Microsoft collaborerà con Ogr per realizzare un programma di formazione ed eventi (hackaton inclusi) dedicati a startup, sviluppatori e studenti. Alle startup già mature, invece, l’azienda offrirà supporto concreto attraverso i propri consulenti e le proprie piattaforme tecnologiche (il cloud di Azure e funzionalità di intelligenza artificiale), affiancandole nella fase di scale up e aiutandole a raggiungere potenziali business partner anche non italiani. Inoltre, le realtà più promettenti potranno entrare in contatto con Microsoft Ventures, il team di venture capital investment di Microsoft.