Larry Ellison non è più il CEO di Oracle. La notizia, ufficiale, è arrivata ieri sera alla chiusura delle Borse, in apertura della conferenza con gli investitori per l'annuncio dei risultati finanziari del colosso del networking statunitense.

Nessuno si aspettava l'uscita di scena della storica e istrionica guida di Oracle, e la reazione è stata di disappunto: alla riapertura delle contrattazioni nella sessione after hours il titolo ha lasciato sul terreno a Wall Street il 3 per cento.

Ellison però non esce di scena, anzi sarà attivo come e più di prima con il ruolo di Presidente Esecutivo del Consiglio di Amministrazione e CTO (Chief Technology Officer). Al timone dell'azienda gli succedono Safra Catz e Mark Hurd, insieme per gestire una situazione non facile. Produzione, finanza, e le funzioni legali continueranno a far capo a Safra Catz. Le vendite, i servizi e le unità di business globali continueranno a riferire a Mark Hurd. Software e progettazione hardware terranno invece come riferimento Larry Ellison.

Oracle snocciola dati non proprio soddisfacenti: l'utile per azione è pari a 0,62 dollari contro un'aspettativa di 0,64 dollari, mentre i ricavi sono stati pari a 8,6 miliardi di dollari contro un consensus di 8,78 miliardi di dollari.

"Safra e Mark ora riferiranno al Consiglio di Amministrazione di Oracle piuttosto che a me" spiega Larry Ellison. "Tutte le altre attività di reporting rimarranno invariate. Noi tre abbiamo lavorato bene insieme per parecchi anni, e abbiamo intenzione di continuare a lavorare insieme per il prossimo futuro. Mantenere attivo questo team di gestione è sempre stata una mia priorità" ha concluso Ellison.          

"Larry ha fatto capire chiaramente che vuole continuare a lavorare a tempo pieno e concentrare le sue energie sulla progettazione dei prodotti, lo sviluppo tecnologico e la strategia" ha detto il Presiedente del Consiglio di Amministrazione Mchael Boskin. "Safra e Mark sono dirigenti eccezionali che hanno ripetutamente dimostrato la loro capacità di condurre, gestire e far crescere l'azienda. Gli Amministratori sono entusiasti del fatto che la migliore squadra senior executive del settore continuerà a guidare l'azienda verso un futuro brillante".