Microsoft chiude i suoi negozi al dettaglio in tutto il mondo. Rimarranno aperti solo quattro store: a New York City (Fifth Ave), Londra (Oxford Circus) - inaugurato circa un anno fa-, Sydney (Westfield Sydney) e quello situato nel campus di Redmond. Non venderanno più prodotti, ma saranno “trasformati” in Microsoft Experience Center.

L’azienda punta sugli store “digitali”, come spiega David Porter, Corporate Vice President: “Le vendite online sono cresciute, grazie anche a un’offerta sempre più ampia, e il nostro team ha dimostrato di sapere offrire un servizio puntuale indipendentemente dalla presenza fisica”. L’azienda afferma che il sito Microsoft.com e gli store di Xbox e Windows raggiungono "fino a 1,2 miliardi di clienti mensili in 190 mercati". Da remoto non si venderà soltanto, ma l’azienda offrirà anche formazione e supporto tecnico

Il piano di chiusura, secondo quanto riportato da The Verge, era originariamente previsto per il prossimo anno, ma la pandemia da Covid-19 ha accelerato la decisione. La Xbox Series X sarà lanciata entro l’estate e dovrebbe arrivare - ancora non ci sono notizie di un ulteriore rinvio - anche il Surface Duo: quindi ha senso che almeno inizialmente l'azienda avesse pianificato che i negozi rimanessero aperti più a lungo.