Microsoft vuole aumentare il suo feeling con l’analisi dei dati e, per avere ancora più successo in questo campo, ha comprato Datazen Software. Si tratta di una realtà nata tre anni fa, cresciuta poi nel campo degli analytics e della Business Intelligence nel settore mobile. Con le applicazioni di questa società è possibile creare cruscotti e pool di dati partendo dalle informazioni contenute nei fogli di lavoro di Microsoft Excel, ma non solo. L’estrapolazione avviene anche da sorgenti cloud e dai database aziendali. Per sfruttare le soluzioni di Datazen, le imprese devono semplicemente avere Windows Server, Internet Information Services e .Net installati nelle proprie macchine, oltre ovviamente al software lato server sviluppato da Datazen.

Nel dettaglio, come si apprende dal blog di Redmond, gli utenti che utilizzano Server Sql potrebbero trarre grandi vantaggi da questi applicativi, proprio perché sono ottimizzati per la piattaforma Sql Server Analysis Services (Ssas) di Microsoft: un pacchetto con funzionalità di elaborazione analitica in linea (Olap) e di data mining per soluzioni di Business Intelligence. Con Ssas è possibile elaborare, creare e gestire strutture multidimensionali contenenti dati aggregati da altre origini, come i database relazionali.

I dispositivi mobili Windows, iOs e Android diventano quindi potenti terminali per visualizzare e interagire con le informazioni, oltre a mostrare tutti gli indicatori chiave di prestazione per monitorare i processi aziendali. Gli utenti che già possiedono una licenza di Sql Server Enterprise Edition possono scaricare e installare il programma Datazen Server senza costi aggiuntivi, affiancando poi il download delle app relative per i singoli sistemi operativi mobili.

 

 

Tutta la tecnologia messa a disposizione da Datazen sarà resa complementare nei prossimi mesi con Power Bi, il servizio di Business Intelligence basato su cloud di Redmond rilasciato a febbraio 2014. Non è la prima esperienza mobile per questo prodotto, che già a novembre dell’anno scorso aveva fatto la sua comparsa sui dispositivi della Mela.