Microsoft punta alla collaborazione aziendale sfruttando le potenzialità dei video. Niente telefonate o facce di colleghi che compaiono in diretta dallo schermo del Pc, ma filmati creati da manager e dipendenti e poi condivisi. Dove? Su Office 365, la suite di produttività su cloud di Redmond, che da ieri si è arricchita della funzione Video. Un portale attivabile nella intranet aziendale, dove i lavoratori possono aggiungere o vedere filmati, proprio come su YouTube. L’obiettivo è creare un contenitore accessibile in molti modi, anche da smartphone e tablet, per condividere quello che è successo durante una riunione o per diramare nuove istruzioni e ordini esecutivi, sessioni di training e così via. Proprio come accade sul “tubo”, è possibile caricare i file in uno o più canali specifici: Office 365 si presenta già con una sezione predefinita, chiamata Community, su cui tutti gli utenti con permessi di modifica e visualizzazione possono procedere all’upload, specificando anche i metadati.

Una volta che il filmato è stato caricato, viene “cucinato” in versioni e risoluzioni differenti, in modo da facilitare lo streaming senza preoccuparsi della velocità di connessione. Il sistema implementa anche un lettore basato su Html5, rendendo così disponibili i contenuti su tutte le piattaforme. È possibile anche cercare nell’archivio tramite Delve, servizio in grado di mostrare le informazioni relative al lavoro che si sta svolgendo e alle persone con cui si interagisce, con un'interfaccia utente a schede.

 

 

Inoltre, si può segnalare un nuovo upload inviando un link tramite mail, oppure sfruttando Yammer, social network professionale comprato da Microsoft nel 2012 per 1,2 miliardi di dollari. Per facilitare l’esperienza su mobile, Redmond ha rilasciato anche una app per iPhone, che permette ai dipendenti di registrare e caricare nuovi video anche fuori dalla sede di lavoro. Le versioni compatibili con gli altri sistemi operativi dovrebbero arrivare a breve. Il software è disponibile per la maggior parte delle licenze enterprise ed education di Office 365 e verrà lanciato prossimamente anche per gli enti pubblici.