Rsa ha presentato la nuova versione di Rsa Web Threat Detection, una soluzione software progettata per offrire alle aziende una maggiore visibilità sulle sessioni web con l’obiettivo di ridurre i rischi legati alle frodi. Identificazione delle minacce in tempo reale, informazioni più dettagliate su quanto accade in rete, funzionalità di analisi evolute e capacità di adattarsi alle infrastrutture esistenti sono i quattro capisaldi su cui si basa questa nuova versione, che tra offre tra l’altro la possibilità di monitorare il traffico mobile.

Rsa Web Threat Detection raccoglie a analizza massicce quantità di dati in tempo reale provenienti da milioni di sessioni Internet. Correlando la “web intelligence” con altre piattaforme di analisi della sicurezza, è possibile identificare, valutare e mitigare le minacce in modo più tempestivo. Inoltre, la soluzione proposta da Rsa, che è la divisione di sicurezza di Emc, fa leva sull’analisi dei Big Data per migliorare il rilevamento delle minacce alle transazioni e agli utenti.

Il canale “mobile” rappresenta sempre più un veicolo interessante per i truffatori. Secondo le statistiche raccolte da Rsa, nel 2013 il 27 per cento di tutte le transazioni è stato originato da dispositivi mobili, con un incremento di quasi il 54 per cento anno su anno. Nel primo semestre del 2014, invece, questa percentuale ha raggiunto quasi il 32 per cento. Per questo Rsa ha potenziato le capacità di visibilità e analisi sul traffico mobile, permettendo così di aumentare la precisione di rilevamento delle minacce.