Il Galaxy Fold, uno smartphone che si piega e i apre come un libro è la prima sorpresa del Samsung Unpacked 2019, nel quale i nuovi Galaxy S10 non sono stati finalmente “spacchettati” a San Francisco, Londra e Seoul, in un triplo evento che anticipa di qualche giorno il Mobile World Congress di Barcellona. L’azienda sudcoreana ha scelto di aprire il sipario proprio con il Galaxy Fold,  il dispositivo pieghevole da tempo atteso e sicuramente innovativo. Lo è innanzitutto per il form factor: per aprire e chiudere il telefono Samsung ha messo a punto un meccanismo a cerniera sofisticato, ha sfruttato un materiale a base di polimeri resistente ma flessibile, e ha previsto due batterie, una per ciascuna metà. In modalità aperta, il risultato è una superficie da 7,3 pollici di diagonale.

 

“I due schermi lo rendono perfetto per qualsiasi situazione”, ha detto Justin Denison, senior vice president product marketing, per poi definirlo come “uno smartphone, un tablet e una fotocamera allo stesso tempo”. Quando è chiuso, infatti, l’esperienza d’uso è quella di un normale smartphone, certo un po’ più spesso ma comodamente utilizzabile con una sola mano; aprendolo, l’applicazione in esecuzione si “allarga” in automatico sui due pannelli, che diventano un’unica superficie di visualizzazione.

 

Altra innovazione, ancora mai vista su uno smartphone, è il multitasking “triplo”, che permette di eseguire tre applicazioni in contemporanea. Per esempio, a dispositivo aperto è possibile dedicare una metà dello spazio per vedere un video su YouTube, un quarto per chattare su Whatsapp e un altro quarto per fare una ricerca o navigare sul browser. Presenti anche un lettore di impronte digitali e ben sei fotocamere, due delle quali posteriori, due posizionate sugli schermi (che quindi rimangono all'interno quando il dispositivo è chiuso) e una sulla parte esterna che funge da "copertina".

 

 

A Dee Jay Koh, vice president della divisione mobile, dal palco di Londra è spettato l’onore di presentare “dal vivo”, in palmo di mano, il nuovo dispositivo a due schermi. Lo scenario e il mercato sono cambiati, ha ammesso il vice president  la competizione è aumentata, mentre è diventato sempre più difficile introdurre reali innovazioni. “Si pensava che dagli smartphone non potesse arrivare nulla di nuovo”, ha detto, “ma abbiamo dimostrato che chi credeva questo aveva torto”. Koh ha poi vantato un successo: a oggi Samsung ha venduto 2 miliardi di dispositivi Galaxy.  A chi pensa che tutto sia già stato fatto, dico: aprite gli occhi”, ha poi chiosato l’istrionico manager.

 

Il Galaxy Fold sarà sul mercato il 26 aprile in quattro colorazioni, argento, nero, verde e blu. C'è una cattiva notizia, che ha generato un'inequivocabile mormorio in sala: il prezzo si aggira sui 2.000 euro.

 

Queste, nel dettaglio, le caratteristiche tecniche: display principale da 7,3" QXGA+ dinamico Amoled; display della “copertina” da 4,6 HD + Super Amoled; fotocamera della “copertina” (selfie camera) da 10 megapixel, fotocamere posteriore da 16 MP (Ultra Wide Camera) e da 12 MP (grandandolare), fotocamera con teleobiettivo da 12 MP; processore AP a 7 nanometri, octa-core a 64 bit; Ram da 12 GB, ROm da 512 GB, batteria da 4.380 mAh con funzione di ricarica veloce. Non è presente nessun alloggiamento per schede microSD.