L’iPhone, ci scommettiamo, anche nel 2020 sarà tra uno tra i lanci tecnologici più attesi ma anche uno dei più chiacchierati nei mesi che precedono il suo annuncio. L’analista Ming-Chi Kuo, nota fonte di indiscrezioni sui prodotti Apple, ha già cominciato a sfornare qualche dettaglio (tutto da confermare, s’intende) sui modelli in arrivo l’anno prossimo e addirittura su quelli del 2021. Stando ai rumors, l’azienda di Cupertino continuerà a puntare sulla differenziazione dei formati, per accontentare tutte le preferenze e le dimensioni del palmo di mano, e cercherà inoltre di rendere i futuri iPhone ancora più essenziali e “wireless” di quanto non siano oggi.

Per il 2020 Ming-Chi Kuo prevede l’arrivo di quattro modelli con schermo Oled, declinati nei formati  5,4, 6,1 (in due versioni, con fotocamera posteriore doppia o tripla) e 6,7 pollici e tutti quanti dotati di connettività 5G. Al quartetto si affiancherà uno smartphone più piccolo, da 4,7 pollici, con pannello Lcd e design simile a quello dell’iPhone 8: probabilmente battezzato iPhone SE 2, sarà lanciato nella prima metà dell’anno.

Il dispositivo ocn schermo Oled da 6,1 pollici con tripla fotocamera sarà anche dotato di sensore 3D Tof (time-of-flight), un componente che impiega la luce laser per creare mappe tridimensionali dello spazio inquadrato dalla fotocamera, fatto utile per migliorare la qualità degli scatti, creare effetti di sfocatura, correggere lo sfondo. Il sensore Tof è però anche utile nelle procedure di autenticazione biometrica tramite riconoscimento facciale.

Le previsioni dell’analista (ma più che di previsioni si tratta di indiscrezioni di supply chain) si spingono fino al 2021. Per quell’anno sono attesi sia un successore dell’iPhone SE 2 con schermo leggermente più grande, sia un innovativo modello di fascia alta, che offrirà una “esperienza totalmente wireless”. Ovvero un iPhone privo di interfaccia Lightning e privo, inoltre, di porta Usb-C, il quale dunque dovrà essere ricaricato in modalità wireless. Sempre a detta di Ming-Chi Kuo, Apple potrebbe poi decidere di eliminare la connessione Lightning anche su altri modelli della gamma, ma solo in un secondo momento.