Gli analisti si aspettavano una contrazione compresa fra il 27 e il 47 percento, invece Nokia ha fatto molto meglio del previsto. I risultati finanziari del primo trimestre del 2011 vedono un calo dei profitti molto ristretto: solo l'1,4 percento, a fronte di un utile netto di 344 milioni di euro (503 milioni dollari), rispetto ai 349 milioni di euro dello stesso periodo dell'anno precedente. Le vendite, nonostante l'iPhone e gli Android phone, sono cresciute del 9,2 percento, per un valore di 10,4 miliardi di euro.

Nonostante i risultati più brillanti del previsto, comunque, la situazione per Nokia resta difficile, dato che nelle scorse settimane il rating di Nokia sul debito a lungo termine è stato tagliato sia da Standard & Poor's (Standard & Poor's declassa il rating di Nokia) sia da Moody's Investors Service a causa della debolezza dell'azienda nei confronti dei concorrenti smartphone (Nokia: anche Moody’s ribassa il rating. Da A2 a A3).

Stephen Elop e Steve Ballmer a febbraio, quando hanno annunciato l'accordo fra Nokia e Microsoft

In seguito all'accordo con Microsoft, Nokia dismetterà la produzione degli smartphone basati sul sistema operativo proprietario Symbian e avvierà la produzione esclusiva di prodotti con Windows Phone 7. Inoltre, a partire da questo mese, Elop dividerà il portafoglio della produzione Nokia nelle due divisioni smartphone e telefoni cellulari di fascia bassa, ciascuna con distinte responsabilità finanziarie e di reporting. L'amministratore delegato prevede anche di ridurre l'impiego di appaltatori esterni e di eliminare posizioni nell'organizzazione di ricerca e sviluppo, che nel 2010 è costata 3 miliardi di euro e ha dato lavoro a 16.134 persone (Nokia: 6000 licenziamenti e abbandono di Symbian).

Contestualmente ai risultati trimestrali, Nokia ha annunciato oggi con Microsoft la sottoscrizione dell'accordo definitivo di collaborazione, che porterà alla creazione di un nuovo ecosistema mobile globale grazie alla collaborazione fra le due aziende. Nokia e Microsoft hanno sottolineato i progressi raggiunti nello sviluppo dei primi prodotti Nokia basati sulla piattaforma Windows Phone: centinaia di tecnici sarebbero già impegnati nella fase di progettazione congiunta per la creazione di un portafoglio di nuovi prodotti Nokia (Elop: smartphone Nokia Windows entro fine anno).

Nokia ha inoltre avviato l'importazione su Windows Phone delle applicazioni e dei servizi principali. Fra i termini dell'accordo figura anche l'apertura di uno Store globale di applicazioni con il brand Nokia che fa leva sull’infrastruttura di Windows Marketplace. In virtù della nuova alleanza Windows Phone potrà inglobare le mappe, le tecnologie di navigazione e i servizi di localizzazione che erano stati sviluppati da Nokia per i suoi prodotti.

Nokia: sono previsti 6.000 licenziamenti e l'abbandono di Symbian

Nokia proseguirà con lo sviluppo di nuove tecnologie di imaging, che saranno però impiegate negli Windows Phone. Dal canto suo, invece, Microsoft porterà le funzionalità di ricerca di Bing sui dispositivi Nokia e contribuirà alla promozione dei prodotti con le sue forze di pubblicità e social media.

E' molto importante sapere che gli accordi di fatturazione stipulati da Nokia con 112 operatori in 36 Paesi saranno estesi anche ai prodotti Windows Phone. Microsoft riceverà una running royalty da Nokia per la piattaforma Windows Phone. Sono state stabilite condizioni vantaggiose di royalty che riflettono i volumi di vendita previsti da Nokia. La concessione dell’uso della piattaforma Windows Phone da parte di Microsoft consentirà a Nokia di ridurre sensibilmente i costi operativi di produzione. Nokia, inoltre, riceverà un ammontare calcolato nell’ordine di miliardi di dollari.  

Stephen Elop, Presidente e CEO di Nokia, ha commentato la firma dell'accordo dicendo che "Abbiamo stabilito una collaborazione di mutuo vantaggio e di altissimo livello. Questa partnership si basa sulla complementarietà degli asset delle due aziende e sulla competitività generale della nuova offerta congiunta. Si tratta di un accordo positivo per l’intero settore".

Steve Ballmer, CEO di Microsoft", gli ha fatto eco: "Insieme, Nokia e Microsoft saranno in grado di produrre innovazioni più rapidamente e quindi di creare maggiori opportunità per i consumatori e i nostri partner che potranno condividere il successo del nostro ecosistema".


Tag: smartphone