A seguito della pubblicazione dell'articolo "Notebook e Desktop Apple, davvero più costosi? Dipende" abbiamo ricevuto dozzine di commenti più o meno costruttivi, più o meno civili, ma in maggior parte negativi. L'articolo, scritto da un collega statunitense e da noi pubblicato in piena buona fede, era in effetti attaccabile su certi punti. Per esempio creava ambiguità la scelta di confrontare due notebook non perfettamente comparabili anche solo per dinamiche d'uso, un 15" di Apple e un 17" di Dell.

La nostra redazione si impegna quindi a riscrivere il suddetto articolo basandoci su confronti di prodotti equivalenti per bontà e qualità di materiali, componentistica e servizio ai clienti. Nel frattempo abbiamo eliminato l'articolo tanto discusso, per evitare che tra gli stessi nostri utenti si scatenino incivili gazzarre.

Infine ci tengo a sottolineare che siamo pronti a ricevere commenti negativi, polemiche e ogni tipo di critica al nostro operato. Ovviamente diamo molto peso al parere dei nostri lettori. Alcuni di voi vanno però richiamati ai principi basilari della buona educazione, se non proprio del senso civico e della civile conversazione. In breve, sia quando si ha ragione che quando si ha torto, c'è modo e modo di esprimersi. Alcuni di voi hanno scelto il modo peggiore, con insulti, diffamazioni e volgarità. Sappiate che per noi, e per la società civile, chi si esprime in certi termini ha sempre torto, qualsiasi sia il messaggio che vuole comunicare.

Questo episodio valga come lezione per noi, che cercheremo di essere sempre più accurati e precisi nelle nostre pubblicazioni. Valga come lezione anche però a chi non è in grado di sostenere una discussione costruttiva con toni civili e pacati.

Da questo momento c'è un topic nel nostro forum dove invitiamo tutti i lettori a darci spunti, osservazioni ed esempi per impostare il nuovo articolo di confronto tra prezzi, materiali, servizi e prestazioni tra mondo Apple e mondo PC.