Oppo rispetta le promesse e fa debuttare il suo zoom ibrido 10x in uno smartphone. La nuova tecnologia della promettente casa cinese, arrivata lo scorso anno anche in Italia, è stata impiegata nel cellulare Reno. Il dispositivo è stato annunciato al momento solo nel Paese del Dragone al prezzo equivalente di 600 dollari: un costo abbastanza contenuto, malgrado le specifiche del terminale siano di fascia altissima. Il Reno 10x Zoom Edition (le varianti presentate da Oppo sono due) impiega infatti chip Qualcomm Snapdragon 855, schermo Amoled Full Hd+ da 6,6 pollici senza notch, fino a 8 GB di memoria Lpddr4x, un massimo di 256 GB di storage e tripla fotocamera posteriore, di cui una dotata del già citato zoom 10x con lenti a periscopio. La batteria è da 4.065 mAh con sistema di ricarica rapida Vooc 3.0.

Altra caratteristica peculiare del Reno è il meccanismo a pop-up che fa comparire la fotocamera frontale da 16 megapixel, integrata in una piccola scocca a forma di pinna che può essere nascosta con un tocco. Non c’è spazio però per sensori di riconoscimento biometrico, quindi il nuovo smartphone di Oppo non può essere sbloccato con uno sguardo. È però presente un lettore di impronte digitali sotto lo schermo.

I colori disponibili sono quattro: fog sea green, extreme night black, nebula purple e pink mist. I prezzi per il nostro mercato verranno svelati il prossimo 24 aprile, durante l’evento ufficiale di lancio di Reno a Zurigo. Insieme all’edizione standard e a quella 10x del cellulare, l’azienda cinese dovrebbe presentare anche la variante 5G del nuovo telefono.