Più prestazioni, sicurezza, velocità, affidabilità. Una versione di Windows “agli steroidi” è appena stata annunciata da Microsoft: Windows Pro for Wortkstations, ovvero - come il nome suggerisce - una piattaforma operativa che è destinata a funzionare su macchine professionali, come server e workstation, e che sarà lanciata il prossimo ottobre contestualmente al Fall Creators Update. Messa a punto grazie alle indicazioni degli iscritti al programma Insider, questa edizione è mirata a potenziare sia le performance, sia l’affidabilità dei Pc di fascia alta professionali.

Il supporto a specifiche hardware particolarmente elevate è, infatti, uno degli elementi differenzianti rispetto alle esistenti edizioni di Windows 10. Non sarà un problema, per esempio, installarlo su macchine che utilizzino processori Intel Xeon o Amd Opteron, con un massimo di 4 Cpu e di 6 TB di memoria. Limiti superiori a quelli attualmente disponibili, che giustamente permettono a MIcrosoft di portarsi avanti anticipando le evoluzioni future in campo Oem.

Altra caratteristica è l’utilizzo di un file system di livello server, ReFS (Resilient file system), garanzia di alta resilienza dei dati, presenza di funzioni di autocorrezione di file corrotti, capacità di gestire e archiviare grandi volumi di dati e altro ancora. Per aumentare al massimo le velocità di lettura e di scrittura, inoltre, sono supportati i moduli di memoria non volatile Nvdimm-N.

Questa versione di Windows, infine, permette di condividere file in modo più rapido grazie a una funzione chiamata Smb Direct, la quale aumenta il throughput e riduce sia la latenza sia l’impiego di Cpu.